MARTY BALIN È MORTO / Fu il fondatore dei Jefferson Airplane: aveva 76 anni

- Annalisa Dorigo

Marty Balin è morto all’età di 76 anni a causa di gravi problemi al cuore. Nel 1965 fondò la band dei Jefferson Airplan, primo esempio di rock psichedelico.

marty_balin_jefferson
Marty Balin

Marty Balin è deceduto all’età di 76 anni a Tampa, in Florida, durante il trasferimento d’urgenza in ospedale. Nel 2016 l’artista era stato sottoposto ad un difficile intervento a cuore aperto dal quale però non si era mai ripreso. Martyn Jerel Buchwald era nato a Cincinnati il 30 gennaio 1942 ed è noto agli appassionati di musica per avere fondato nel 1965 la band dei Jefferson Airplane che successivamente confluì nei Jefferson Starship. Il suo fu un ruolo determinante nel procresso creativo del rock psichedelico dal quale nacquero dischi storici quali «Surrealistic pillow» e «Volunteers». I Jefferson Airplane furono presenti agli indimenticabili eventi musicali di fine anni 60 quali l’Human Be-In di San Francisco, il Monterey Pop Festival, Woodstock, l’Altamont e alle prime due edizioni del festival di Wight, occasioni in cui presentarono il loro suono rivoluzionario, perfetto esempio delle contraddizioni dell’epoca.

LA FAMA E GLI ECCESSI

Marty Balin e i Jefferson Airplane ottennero grande fama negli anni 60 grazie al rock psichedelico da loro fondato. Ma con il successo arrivarono anche gli eccessi e l’assunzione di alcool e droghe. Il nome stesso della band sarebbe un termine slang per definire un fiammifero tagliato a metà per reggere una sigaretta o una canna di marijuana troppo corta per essere tenuta fra le dita. Tesi per altro mai confermata dal chitarrista Jorma Kaukonen, secondo cui il nome fu una parodia ai musicisti blues della Blind Lemon Jefferson. La presenza di Marty Balin nel gruppo non durò a lungo: dopo la fondazione avvenuta nel 1965, l’artista si allontanò dai JA nel 1971 in seguito alla morte dell’amica Janis Joplin. Decise quindi di dedicarsi ad una vita più salutare, praticando lo yoga e cercando di abbandonare gli eccessi. Nel 1974 si riunì ad alcuni vecchi compagni entrando nei Jefferson Starship ma anche in questo caso non vi restò a lungo, consapevole dei tanti problemi che ancora caratterizzavano la band. Successivamente tentò la carriera da solista che non decollò come sperato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori