Ozzy Osbourne, dimesso da terapia intensiva/ La moglie Sharon: “Ora sta meglio”

- Paolo Vites

Ozzy Osbourne è guarito, ha annunciato la moglie Sharon e a settembre recupererà le date europee che ha dovuto cancellare

Ozzy Osbourne
Ozzy Osbourne (Facebook, 2018)

Proprio nei giorni in cui si festeggia il 49esimo anniversario dell’uscita del primo disco della sua storica band, i Black Sabbath, destinato ad aprire la storia a un genere del tutto nuovo, l’heavy metal, il leader e cantante del gruppo Ozzy Osbourne ha provocato una bella paura tra i suoi fan. Ha infatti annullato la serie di concerti previsti ed è stato ricoverato in ospedale in gravi difficoltà respiratorie. La causa, sembra, una brutta influenza ma si sa chili cantante è vivo per miracoli dopo aver abusato per decenni di droga e alcol. Nel famoso reality dedicato alla sua famiglia lo si vede infatti camminare a fatica, muoversi ancor peggio e soprattutto dare l’impressione di non essere molto presente a livello mentale. Ma queste condizioni non gli impediscono di continuare a esibirsi, anche in una celebrata tournée di reunion dei Black Sabbath poco tempo fa. Un fisico debilitato che ha sofferto dell’influenza più di quanto subiscono le persone normali dunque. Adesso arriva la buona notizia: due annida la moglie Sharon, sempre al suo fianco, ha annunciato al programma televisivo Tv The Talk che il marito adesso sta bene, è sulla via della guarigione e respira in modo autonomo. Ha poi scritto si twitter: “Voglio solo dire un enorme grazie a tutti quelli che ci hanno scritto. Ozzy è stato travolto dai messaggi di supporto che ha ricevuto e tutto questo lo rende… un po’ malinconico, perché è sommerso dal vostro affetto, ma è anche un po’ triste”.

I NUOVI CONCERTI EUROPEI A SETTEMBRE

Le tappe europee del suo nuovo tour sono infatti state rinviate a settembre, un tuo dal nome indicativo probabilmente il suo ultimo: No More Tours. Anche Ozzy Osbourne aveva commentato quanto successogli: “Sono completamente devastato per aver dovuto rinviare la tappa europea del mio tour. Sembra che da ottobre in poi qualunque cosa tocchi diventi uno schifo. Prima l’infezione da stafilococco al pollice e ora l’influenza e la bronchite. Voglio scusarmi con tutti i miei fan che sono stati così fedeli col passare degli anni, con la mia band, con la mia crew e con i Judas Priest [band che doveva esibirsi con Ozzy, n.d.R.] per aver interrotto tutto. Tuttavia, il tour con Judas Priest verrà completato. È stato appena riprogrammato per ripartire a settembre. Di nuovo, mi scuso con ognuno di voi. Dio vi benedica. Vi amo tutti, Ozzy”. Il nome “No More Tours” deriva da “No More Tears”, titolo del sesto album da solista del “padrino dell’heavy metal” entrato nella Rock and Roll Hall of Fame. L’artista ha pubblicato 11 album da solista e 10 come leader dei Black Sabbath, vendendo un totale di 100 milioni di dischi. Tra i suoi pezzi più famosi ci sono Crazy Train, Suicide Solution, No More Tears, Mr. Crowley e con i Sabbath Iron Man, Snowblind, War Pigs e la mitica Paranoid.



© RIPRODUZIONE RISERVATA