“ROLLS ROYCE”, ACHILLE LAURO/ Canzone, analisi del testo: sono il nuovo Vasco Rossi (Sanremo 2019)

- Paolo Vites

Al Festival di Sanremo 2019 Achille Lauro promette fuoco e scintille: ecco l’analisi del testo della canzone”Rolls Royce” che ricorda un vecchio brano di Vasco Rossi…

Achille Lauro
Achille Lauro (foto di Daniele Cambria)

Eccolo qui il nuovo Vasco Rossi che chiede anche lui una vita spericolata: “Voglio una vita così” e cioè droga sesso e rock’n’roll, canta Achille Lauro nella canzone Rolls Royce che presenta a Sanremo 2019. Oddio, torniamo indietro di trent’anni ai miti peggiori che hanno devastato almeno un paio di generazioni. Il rapper napoletano, vero nome Lauro De Martinis, che si vanta di mischiare il rock e la canzone sentimentale al rap mira al colpo grosso, ma dovrebbe ricordarsi che proprio Vasco Rossi si classificò ultimo al festival di Sanremo. E’ modesto naturalmente, quando qualcuno gli ha chiesto se pensa di vincere il festival ha risposto che “I migliori della storia non hanno mai vinto” e si definisce “simbolo della libertà sessuale per le nuove generazioni”. Il suo stile, dice ancora, è più da Elvis. E la canzone? Un elenco di star del rock e del cinema, considerati idoli, tutta gente finita male o quasi ma lui dice “voglio una fine così”. Contento lui.

ANALISI DEL TESTO DI “ROLLS ROYCE”, LA CANZONE DI ACHILLE LAURO PER SANREMO 2019

Nel brano Rolls Royce si citano: Doors, Amy Winehouse, Bilie Joe dei Green Red, Marilyn Monroe, Jimi Hendrix, Elvis Presley, Axl Rose, i Rolling Stones, Paul Gascoigne, il calciatore inglese alcolizzato. Un bel serraglio di gente che, a differenza sua, non ha mai voluto essere una star ma si è trovata travolta in un mondo più grande di loro, finendone vittima. Qua invece se ne fa l’esaltazione: “No, non è vita è rock’n’roll, no, non è musica è un Mirò (…) Non è follia ma è solo vivere, non sono stato me stesso mai, no non c’è niente da capire Ferrari bianco, sì Miami Vice di noi che sarà Rolls Royce Rolls Royce”. Il brano di Achille Lauro testualmente non ha nessuna particolarità, solo un lungo elenco di nomi e qualche frase gettata in mezzo, tipico da rapper anche se lui dice che non sarà un pezzo rap. Che si conclude con una supplica: “Dio ti prego salvaci da questi giorni tieni da parte un posto e segnati questi nomi Rolls Royce Rolls Royce”. Era tutto uno scherzo? A parte che l’ultima rock star a usare una Rolls Royce era stato John Lennon nel 1970.

Insomma Achille Lauro si propone di spazzare via tutto e tutti a Sanremo, si propone con un deciso cambio stilistico dal suo stile abituale, lancia una novità nel suo percorso, lascia il rap e sputa sulla trap e sale sul rock’n’roll, sperando di scenderne vincitore. Ma è vero che chi è arrivato ultimo a Sanremo e poi diventato una star. Magari succederà lo stesso. Ps: non è un caso che nella serata dei duetti duetterà con Morgan

© RIPRODUZIONE RISERVATA