Nadia Bengala: “Sì al Grande Fratello Vip ma senza Signorini”/ “Lo reputo falso”

- Stella Dibenedetto

Nadia Bengala dice sì ad una futura partecipazione al Grande Fratello Vip, ma ad una condizione: “Dovrebbe cambiare il conduttore. Reputo Signorini…”.

nadia bengala min 640x300
Nadia Bengala - Foto Instagram

Nadia Bengala, la prima Miss Italia eletta scelta dal pubblico da casa ed eletta da Fabrizio Frizzi il 3 settembre 1988 a Salsomaggiore Terme si racconta in una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Dagospia. Dopo essere stata per anni un personaggio della televisione italiana, da qualche anno, le sue apparizioni sono sempre più sporadiche. Una scelta consapevole quella della Bengala che, con l’avvento dei reality, ha cominciato a rifiutare “certi inviti da salotti televisivi perché sapevo benissimo che si dibatteva di cose finte ed inventate e non mi andava; da lì ho iniziato a perdere il giro ed hanno iniziato a chiamarmi e coinvolgermi sempre meno“, ha raccontato a Dagospia. L’ex Miss Italia, tuttavia, parteciperebbe al Grande Fratello Vip, ma ad una condizione. “Parlando dei reality in onda oggi il Grande Fratello Vip lo farei anche perché sono un ottima donna di casa, però dovrebbe cambiare il conduttore perché chi c’è adesso non mi piace per niente, mentre all’Isola dei Famosi o a Pechino Express parteciperei con entusiasmo, sono sportiva ed avventuriera...”, ha detto la Bengala.

NADIA BENGALA: “REPUTO SIGNORINI UNA PERSONA FALSA”

Nadia Bengala non avrebbe molta stima nei confronti di Alfonso Signorini. “Non mi piace per niente, la reputo una persona falsa, era anche opinionista del reality “Ritorno al presente” a cui ho partecipato nel lontano 2005“, ha spiegato a Dagospia. L’ex Miss Italia racconta di non aver gradito affatto il moto con cui ha gestito il “caso Fausto Leali“, squalificato dal Grande Fratello Vip per aver usato la parola “negro”. “Non ho apprezzato per niente come ha liquidato con una scusa oziosa un personaggio e un artista del calibro di Fausto Leali per una cosa senza senso, la parola “negro” non è un’offesa è il nome di una razza, tutto dipende dal cuore della persona che la pronuncia. Forse ha trovato la persona più buona e più semplice da far fuori, ha trovato il pretesto e ripeto non mi è piaciuto per niente ne nei modi ne nei contenuti! È stata una cosa finta e forzata!”, ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA