Napoli, 43 operai segregati e in nero/ Arrestato imprenditore: “Ho sbagliato”

Napoli, 43 operai segregati e in nero. Scoperta drammatica da parte delle forze dell’ordine, arrestato imprenditore

Tribunale Napoli
Tribunale di Napoli (LaPresse, 2019)

Situazione raccapricciante scoperta dalle forze dell’ordine di Napoli, dove un uomo è stato arrestato perché scoperto mentre teneva segregati diversi operai in nero. La notizia è riportata da numerosi organi di informazione online stamane, a cominciare da TgCom24.it, che spiega come la vicenda si sia verificata precisamente in quel di Melito, e l’imprenditore finito in manette è accusato dei reati gravissimi di sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita. In poche parole, per evitare i controlli e multe salatissime, l’arrestato teneva segregati tutti i quaranta e passa operai di cui sopra, tutti italiani. Nel gruppo anche una donna incinta, e due minorenni, e gli operai dovevano restare rinchiusi per sei ore in un locale angusto, privo di finestre e servizi igienici, ovviamente non a norma.

NAPOLI, OPERAI SEGREGATI, L’IMPRENDITORE: “HO SBAGLIATO”

Una struttura che si “nascondeva” tra l’altro dietro ad una porta blindata, quindi anche complicata da individuare. I carabinieri della compagnia locale hanno sottoposto a sequestro il laboratorio in questione, dove si lavoravano dei pellami per alcune note griffe di moda, e all’interno le forze dell’ordine hanno trovato delle attrezzature da lavoro del valore di circa 2.5 milioni di euro. All’imprenditore arrestato sono state comminate sanzioni per un valore di circa 600mila euro, una cifra elevatissima che con grande probabilità porterà lo stesso a chiudere baracca e burattini. Quando gli investigatori lo hanno trovato con le mani nel sacco, l’uomo ha dichiarato “Ho sbagliato. All’imprenditore sono stati concessi i domiciliari, così come espressamente richiesto dalla procura di Napoli e poi convalidato dal gip. La scoperta è avvenuta a seguito di un’ispezione su una mensa che in realtà non esisteva. Scoperti altri 14 operai che con grande probabilità l’imprenditore, come scrive TgCom24.it, non era riuscito a nascondere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA