NAPOLI, ALBIOL AL VILLARREAL?/ Calciomercato, “ha nostalgia di casa”: e la clausola..

- Dario D'Angelo

Napoli, Raul Albiol potrebbe lasciare la società partenopea: lo vuole il Villarreal. Lui ha manifestato l’intenzione di tornare in Spagna: c’è una clausola.

raul albiol 2019 instagram
Raùl Albiol, foto Instagram

Sembra essere arrivata ai titoli di coda l’esperienza al Napoli di Raùl Albiol. Il difensore spagnolo, che in questi anni si era dimostrato un eccellente compagno di reparto per Kalidou Koulibaly, favorendone la crescita esponenziale grazie al suo tasso di esperienza, è infatti in procinto di trasferirsi al Villarreal. Ne sono convinti i media iberici, secondo cui il Sottomarino giallo sarebbe disposto a pagare al Napoli la clausola da 4 milioni di euro assicurandosi le prestazioni del 33enne di Vilamarxant. Stando alle indiscrezioni sulla trattativa, decisiva per il passaggio dal Napoli al Villarreal sarebbe stata per Albiol la nostalgia di casa. Dopo diversi anni lontano dalla Spagna, il difensore vorrebbe tornare in patria e la possibilità di farlo a 65 km dalla “sua” Valencia è a dir poco ghiotta.

ALBIOL AL VILLARREAL? LA CLAUSOLA

Le attenzioni del Villarreal nei confronti di Albiol non rappresentano una novità. Già l’estate scorsa c’era stata un’offerta per il difensore azzurro, in quel caso rispedita al mittente. E stando alle dichiarazioni del padre del giocatore prima dell’ultima giornata di campionato l’intenzione era quella di onorare il contratto con i partenopei fino al 2021:”Mio figlio verrà in Spagna soltanto per le vacanze: una volta concluse le ferie tornerà a Napoli, vuole vincere lo scudetto con Ancelotti”. Evidentemente la nostalgia di casa ha preso il sopravvento e adesso il Napoli si ritrova a mettere in conto un addio pesante dal punto di vista tecnico e tattico. La trattativa potrebbe subire un’accelerazione già nei prossimi giorni: il Villarreal ha infatti tutto l’interesse nel chiudere al più presto. La clausola che serve per strappare Albiol al Napoli è di 4 milioni fino al 30 giugno, dal primo luglio in avanti sale a 6.



© RIPRODUZIONE RISERVATA