Napoli, calciatori senza stipendi: è caso/ Malumore nello spogliatoio, Gattuso…

- Carmine Massimo Balsamo

Acque agitate in casa Napoli: il malcontento dei calciatori è legato al mancato pagamento degli stipendi. Le ultime notizie

napoli
Napoli, il presidente Aurelio De Laurentiis (LaPresse, 2019)

Caos in casa Napoli. La sconfitta casalinga contro il Milan ha creato parecchi malumori tra gli azzurri e si è parlato anche di un acceso diverbio tra il tecnico Gennaro Gattuso e la squadra. Una lite legata alla prestazione dei calciatori partenopei, criticata aspramente da Ringhio, ma la società ha smentito qualsivoglia problemi. Ma attenzione anche ad un altro fattore: come riportato da La Gazzetta dello Sport, le acque sono agitate anche per il mancato pagamento degli stipendi. La Rosea ha messo in risalto che nessun tesserato del Napoli – tecnico, staff e calciatori – ha ricevuto lo stipendio in questa stagione e non sono mancati i malumori all’interno dello spogliatoio. La società guidata da Aurelio de Laurentiis si è impegnata a versare la prima mensilità entro fine novembre, rispettando così la scadenza imposta dalla Federazione, ma le voci corrono…

TENSIONE IN CASA NAPOLI: LE PAROLE DI GATTUSO

A confermare le indiscrezioni lanciate da La Gazzetta dello Sport sul caos in casa Napoli ci ha pensato il giornalista Ciro Venerato nel corso dell’intervista rilasciata a Radio Kiss Kiss: «C’è fastidio tra i giocatori perché la società. non paga gli stipendi dal mese di luglio. Parliamo di giocatori e di privilegiati, ma il problema va al di là della sconfitta contro il Milan: il club ci ha fatto capire che verranno pagati entro dicembre. Va anche detto che, con le nuove regole dettate dall’emergenza coronavirus, la Lega lo consente». Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida col Rijeka, Gennaro Gattuso ha sottolineato: «Siamo tutelati a livello economico, privilegiati. Io faccio questo lavoro con passione e questo pretendo dai miei giocatori. Se parliamo di stipendi o altri cerchiamo alibi e io non voglio assolutamente se ne cerchino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA