Napoli, partner non elimina foto hot: 17enne lo accoltella/ Non voleva fare outing

- Silvana Palazzo

Napoli, 17enne gay accoltella partner perché non voleva eliminare le loro foto hot. Non aveva fatto outing e non voleva si sapesse della loro relazione…

omicidio cusano milanino
Carabinieri (LaPresse)

Un’aggressione choc è avvenuta a Napoli nelle scorse settimane. Un ragazzo di 17 anni ha accoltellato il partner di dieci anni più grande perché gli aveva scattato una serie di foto durante i rapporti intimi e si rifiutava di cancellarle. Ma visto che non aveva fatto ancora coming out e non voleva che nessuno sapesse della loro relazione, il 17enne ha perso la testa e ha aggredito il compagno. La vicenda risale al novembre scorso ed è stata ricostruita da Repubblica. Per lui era solo un’avventura, non voleva che si sapesse che stava con una persona più grande di lui e dello stesso sesso. Poi ha cominciato a chiedersi perché il partner facesse tante foto durante i loro rapporti intimi, quindi gli ha chiesto di cancellare quell’archivio di immagini dal telefonino. Ma il compagno si è rifiutato, allora il 17enne per giorni lo ha tormentato con la sua richiesta, fino a quando non scoppia una lite violenta.

NAPOLI, 17ENNE GAY ACCOLTELLA PARTNER: VOLEVA CHE ELIMINASSE FOTO HOT

Lo scontro verbale a Napoli tra il 17enne e il partner è diventato poi fisico: lo ha infatti accoltellato. La lite tra il ragazzo dei Quartieri Spagnoli e il 26enne della zona Mercato è avvenuta in via Colonne al Lavinaio all’interno di un’auto. Ora il ragazzo è stato fermato, e il fermo è stato convalidato dal gip, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni per tentato omicidio. Lo ha accoltellato alla gola, alla schiena, alle spalle e a un orecchio. Il 26enne però riesce a schiacciare la mano sul clacson per attirare l’attenzione dei vicini che quindi chiamano le forze dell’ordine. L’uomo allora viene soccorso e trasportato in ospedale. Seppur ferito gravemente, riesce a salvarsi. Ma non parla del giovane amante, né lo accusa. Le intercettazioni poi non portano risultati. Poi, come riportato da Repubblica, con il passare dei giorni, e in seguito ai sospetti degli investigatori, ha raccontato ai magistrati della relazione, delle fotografie e del partner.



© RIPRODUZIONE RISERVATA