Naspi scuola 2022/ Domande in partenza e nuovi requisiti e importi

- Maria Melania Barone

Naspi scuola 2022, ecco in che modo potrà essere inoltrata la domanda dai precari della scuola per l’ottenimento dell’indennità di disoccupazione e i nuovi requisiti  e sistemi di calcolo.

pexels concorso scuola secondaria 2022 640x300
Concorso scuola secondaria 2022

I precari della scuola tra poco potranno richiedere la Naspi scuola 2022 per poter godere dell’indennità di disoccupazione, quest’anno però cambieranno alcune cose relativamente ai requisiti richiesti per la presentazione della domanda.

Naspi scuola 2022: i nuovi requisiti

Possono presentare la domanda naspi 2022 tutti gli insegnanti precari della scuola d’infanzia, elementare media inferiore e media superiore che hanno un contratto scaduto nel mese di giugno 2022.

La domanda va presentata on-line sul sito inps.it utilizzando le proprie credenziali digitali e spid, cie o cns oppure rivolgendosi gratuitamente ai patronati la domanda deve essere inoltrata tramite il servizio “Naspi domanda” presente sul sito INPS.

Per poter richiedere la naspi essendo lavoratori precari della scuola, vi è la necessità di avere raggiunto almeno:

  • 30 giornate lavorative negli ultimi 12 mesi;
  • 13 settimane di contribuzione negli ultimi quattro anni;
  • Inoltre il nominativo del richiedente deve essere presente negli elenchi dei disoccupati presenti nel centro dell’impiego;
  • Inoltre è necessaria la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro resa all’Anpal e la stipulazione del patto di servizio.

Naspi scuola 2022: il nuovo sistema di calcolo

Il sistema di calcolo di indennità naspi è cambiato categoricamente nel 2022 perché prevede una riduzione del:

  • 3% al mese a partire dal quarto mese di fruizione dell’indennità.

Benché vengano dunque allargati requisiti di accesso, il pagamento dell’indennità viene ridotto.

  • La riduzione tuttavia scatta dal sesto mese per le persone che hanno almeno 54 anni di età.
  • Chi invece ha 55 anni di età la riduzione scatta dall’ottavo mese.

Il sussidio ha una durata commisurata alla metà delle settimane lavorate nei quattro anni precedenti fino ad un massimo di 24 mesi e inoltre:

  • l’importo erogato equivale al 75% della retribuzione media mensile degli ultimi quattro anni se tale retribuzione è inferiore al minimo considerato 1.227,55.
  • Se l’importo è invece superiore a questa cifra bisogna aggiungere un 25% della differenza tra la media mensile e l’importo minimo indicato poc’anzi.
  • In tutti i casi è stato fissato un limite massimo della naspi scuola 2022 a 1335,40.






© RIPRODUZIONE RISERVATA