Nathalie Caldonazzo, compagna Massimo Troisi/ “Sarebbe ancora vivo se…”

- Matteo Fantozzi

Nathalie Caldonazzo, compagna Massimo Troisi: la donna svela che probabilmente senza Il Postino l’attore sarebbe riuscito a salvarsi, ma cosa gli accadde?

caldonazzo troisi instagram 640x300
Nathaly Caldonazzo e Massimo Troisi, Instagram

Nathalie Caldonazzo è stata l’ultima compagna di Massimo Troisi prima che la vita costrinse l’attore a lasciare questo mondo. A Vieni da me la showgirl raccontò gli ultimi giorni dell’attore che perse la vita a soli 41 anni il 4 giugno del 1994: “La realtà è stata dura. Il cardiologo disse a Massimo che doveva operarsi assolutamente. Aveva il cuore di un uomo di 70 anni e la valvola doveva essere sostituita. Lui mi diceva che una persona dopo che gli hanno toccato il cuore cambia. Era davvero molto operato per questa seconda operazione”. Chissà se si fosse sottoposto a quel delicato intervento se oggi sarebbe stato ancora con noi e in grado di regalarci altre perle cinematografiche come fatto nella sua brevissima vita.

Nathalie Caldonazzo, compagna Massimo Troisi: il suo racconto e Il Postino

Tutti sanno che Il Postino è stato l’ultimo film di Massimo Troisi, l’ex compagna Nathalie Caldonazzo ne ha raccontato anche le evoluzioni: “Siamo tornati in Italia devastati dopo l’operazione a Houston. Io pesavo 49 kg lui solo alcuni in più. Decise a tutti i costi di fare questo film che è un capolavoro lo sappiamo tutti quanti. Se non l’avesse fatto forse sarebbe ancora vivo. Avrebbe dovuto subire un trapianto prima di fare il film, ma diceva sempre che voleva farlo col suo cuore. Cambiò anche il finale della sceneggiatura perché nel libro Mario non Muore, fece morire il protagonista”. Sono parole che sicuramente lasciano senza parole un pubblico che non può che riconoscerlo ancora oggi come un vero maestro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA