Nek: “Amo il trattore, ha l’anima rock”/ “Tornare in tv? Sogno il Festivalbar…”

- Lucia Filardi

Nek è da poco tornato con il nuovo singolo “Un’estate normale”, con cui spera di far respirare un po’ di normalità a chi lo ascolta

Nek
Nek

Nek è da poco tornato con un pezzo con cui spera di far vivere la normalità a chi lo ascolta, nella prima estate di ripresa dopo un anno e mezzo di caos. Infatti, si chiama proprio “Un’estate normale” il singolo uscito venerdì 11 giugno, con cui il cantante apre una stagione che lo vedrà protagonista di nuovo sul palco. Il suo ritorno arriva dopo mesi che lo hanno tenuto fermo a causa di un incidente alla mano sinistra che ha rimediato a novembre e che gli ha provocato danni che ancora oggi sta curando. Difatti, durante il tour acustico che parte dal 2 luglio, non potrà suonare la chitarra e al suo fianco ci sarà il musicista e produttore Max Elli a farlo.

Filippo Neviani (vero nome di Nek) è stato intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, a cui ha rivelato: “La musica è anche sentire la necessità di dare qualcosa alle persone, sperando di ricevere indietro un riflesso della tua emozione. E allora se il pezzo è buono, che voli subito tra la gente“. Non ci ha pensato due volte Nek a far uscire Un’estate normale, si è detto letteralmente “Vada come vada”. Ed è andata che per l’intero mese di luglio sarà live a cantarlo insieme ad altri suoi successi e dunque “male non andrà”.

Nek: “Niente di più rock di un trattore”

Quando il cantante di “Fatti avanti amore” non è sul palco, ama ritagliarsi del tempo per fare quelle cose che fanno i suoi amici con lavori normali. Ha detto così a Tv Sorrisi e Canzoni: “Vivo la mia famiglia, bevo un bicchiere di vino in compagnia. Non sono Nek, ma Filippo“. Questo è il segreto per tenere l’ego sotto controllo e vivere una vita senza troppi picchi emozionali. Una delle cose che lo rappresenta appieno è la passione per le moto e i trattori, che tira fuori la sua anima rock e di cui dice: “C’è poco di più rock di un trattore in movimento”.

Come tutti gli strumenti della vita agricola, anche questo mezzo che lui ama tanto ha i suoi limiti e, da buon intenditore, lo descrive come “uno strumento che lavora per te”. Sente la sua vera essenza quando torna a casa dopo averci passato sopra tante ore, ma anche un lungo viaggio in moto “è tanta roba”. Sono due modi differenti di affrontare la vita, ma ognuno con la propria vena rock. Oggi, a 49 anni, Nek ha ancora molte curiosità da svelare; un’altra che in pochi sapranno è la sua collezione di 41 bootleg (registrazioni dal vivo) dei Police: “Comprati quando andava di moda il mercato di quei vinili, è una bella cifra”.

Nek in tour acustico

Nonostante l’infortunio alla mano, Filippo Neviani ha deciso di partire per un tour durante il quale presenterà le canzoni più importanti di trent’anni di carriera in versione acustica e in sequenza cronologica. Sul palco con lui arriverà Bunny, che a Tv Sorrisi e Canzoni ha presentato così: “Il mio contrabbasso elettronico! Come Bunny Brunel, il suo costruttore. Quello posso suonarlo, così l’ho tirato fuori dal ripostiglio e lo userò più di quanto non abbia mai fatto“. Le date del Nek Live Acustico 2021 sono: Bellaria Igea Marina (2 luglio), Nichelino (8 luglio), Vigevano (10 luglio), Vicenza (13 luglio), Milano (16 luglio), Roma (23 luglio), Treviso (30 luglio).

A concludere l’intervista, il cantante ha confessato che non gli dispiacerebbe tornare a lavorare in tv dopo l’esperienza ad Amici di Maria De Filippi, dove ha fatto da direttore artistico insieme a J-Ax nel 2016. Ad oggi ne parla come un’avventura che lo ha aiutato a prendere confidenza con la televisione e ad affezionarcisi: “Mi piacciono le cose nuove. E mi piacerebbe riportare in vita il Festivalbar. Non ci dormirei la notte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA