NEONATO SOPRAVVISSUTO A DISASTRO AEREO/ Tutti morti, poi un pianto tra i detriti…

- Dario D'Angelo

Neonato sopravvissuto a disastro aereo: difficile non parlare di miracolo per quanto accaduto in Colombia al piccolo Martin. Lo schianto e poi…

bimbo bambino neonato pixabay 640x300
Bambino (PIxabay)

Difficile non parlare di miracolo per descrivere quanto accaduto a Ubaté, in Colombia, dove un neonato, il piccolo Martin, è incredibilmente sopravvissuto ad un disastro aereo. Il bambino, di pochi mesi, si trovava infatti a bordo del velivolo guidato dal padre, Fabio Grandas Ramírez, un medico. Era martedì mattina e l’uomo stava conducendo il suo bimotore: insieme a lui, oltre al piccolo Martin, si trovavano anche la mamma del neonato, l’avvocato Mayerly Díaz Rojas, e una donna. Come riportato da Il Messaggero, il velivolo era decollato da Santa Marta e avrebbe dovuto atterrare all’aeroporto di Guaymaral, a circa 70 chilometri dal luogo della tragedia. Durante il volo, però, qualcosa è andato storto: il papà del neonato, che nonostante fosse un medico era un pilota esperto, ha infatti dichiarato di avere un’emergenza a bordo.

NEONATO SOPRAVVISSUTO A DISASTRO AEREO

Non è ancora chiaro a che cosa si riferisse il pilota, ma è certa la sua comunicazione alla torre di controllo sul fatto che avrebbe tentato un atterraggio d’emergenza. La manovra, però, non è riuscita se è vero che poco dopo il bimotore ha finito per schiantarsi. Una tragedia che viste le condizioni del mezzo, ha portato i soccorritori a pensare che avrebbero avuto soltanto l’ingrato compito di recuperare le vittime: davvero difficile ipotizzare la presenza di sopravvissuti. E invece, incredibilmente, ecco manifestarsi il miracolo: in mezzo a quel teatro di morte il pianto di un bambino ha attirato l’attenzione dei soccorritori. Strappato fuori dai detriti, il piccolo Martin è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale a Bogotà, dove attualmente è ricoverato per un trauma al torace e all’addome. Al momento non è considerato in pericolo di vita visto che per i medici le sue condizioni sono stabili. Chi ha fede non ha bisogno di ulteriori dettagli…

© RIPRODUZIONE RISERVATA