MEETING/Mario Dupuis intervistato dal Gazzettino parla di Ca’ Edimar .

Il Gazzettino intervista Mario Dupuis fondatore di Ca’ Edimar

23.08.2010 - La Redazione

IL GAZZETTINO INTERVISTA MARIO DUPUIS FONDATORE DI CA’ EDIMAR – “Ai ragazzi di Ca’ Edimar il gusto del vivere passa anche attraverso il gusto di imparare a cucinare o fare il pane” ha dichiarato il fondatore di Ca’ Edimar, Mario Dupuis, al Gazzettino, ma la cosa più importante è che “Ca’ Edimar è possibile perché, da duemila anni, con il cristianesimo, è possibile che il gusto del vivere riaccada nel cuore dell’uomo”. La nascita di Ca’ Edimar è stata resa possibile dalla presenza della figlia di Mario Anna morta nel 1995 a 15 anni per la grave malattia che durava dalla nascita. “La sua presenza ha destato in noi e in molti amici un interesse nuovo per la vita, per l’umano e per il cristianesimo come risposta all’umano”.

Nel 2001 in un immobile abbandonato e poi ristrutturato alla periferia di Padova è stata inaugurata Ca’ Edimar che accoglie adolescenti bisognosi di avere, anche temporaneamente “un luogo dove poter ricominciare un’avventura umana positiva che, per qualche motivo, si era interrotta o deteriorata”. Oggi oltre a due case famiglia a Ca’ Edimar hanno sede una scuola di cucina, una scuola di panificazione e uno spazio di attività lavorativa temporanea. È accaduto cosi che Ca’ Edimar abbia vinto il premio per il miglior primo piatto al Festival Regionale delle scuole di ristorazione, ma come dice Dupuis “Ca’ Edimar non scadrà nel tempo a diventare l’ennesimo luogo assistenziale che cerca di sopravvivere con qualche contributo, ma continuerà sul trend attuale, cioè essere un luogo che sviluppa educazione, formazione, creatività, produttività nel settore agro-alimentare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori