NIGER, UCCISI 6 COOPERANTI FRANCESI E 2 GUARDIE/ Commando in moto: caccia ai killer

- Silvana Palazzo

Niger, uccisi cooperanti francesi e 2 guardie nigerine: una donna tenta la fuga, ma viene catturata e sgozzata. Commando armato in moto

niger wikipedia 640x300
Niger (Foto: Wikipedia)

Nella serata di ieri sono giunte ulteriori informazioni in merito all’attacco in Niger che ha provocato la morte di 8 persone. Le vittime sarebbero sei cooperanti francesi e due guardie nigerine, come riportato da Repubblica.it, notizia poi confermata da fonti ufficiali locali. Secondo quanto emerso, il massacro sarebbe stato commesso da un commando armato e in moto nella zona di Kourè. Il governatore di Tillabéri, Tidjani Ibrahim Katiella ha commentato: “Ora stiamo cercando di gestire la situazione, daremo dettagli in seguito” in merito all’aggressione e all’identità degli assalitori. Secondo quanto reso noto da una fonte all’Afp, gran parte delle vittime sarebbero state uccise a colpi di arma da fuoco mentre una donna che inizialmente era riuscita a scappare “è stata raggiunta e sgozzata”. “Non sappiamo chi sia stato: il gruppo si muoveva in moto attraverso la boscaglia, dove deve aver atteso l’arrivo dei turisti. Il veicolo preso in prestito dalle vittime appartiene all’ong Acted”, ha aggiunto la fonte. A quanto pare il presidente francese Macron avrebbe già contattato al telefono l’omologo nigerino, Mahamadou Issoufou come fatto sapere dall’Eliseo. le indagini per fare luce su quanto accaduto, anche con l’intervento della polizia scientifica, intanto procedono. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ATTACCO ARMATO IN NIGER: 8 VITTIME

Sangue e paura in Niger, dove sei turisti francesi e due guide sono stati uccisi nella riserva delle giraffe. Stavano facendo un safari nella riserva dove è possibile vedere le ultime giraffe bianche dell’Africa occidentale, poi dalla boscaglia sono spuntati all’improvviso degli uomini armati. Sono stati freddati a sangue freddo, tranne una donna che aveva tentati la fuga, ma gli uomini armati l’hanno catturata e sgozzata. Stando a quanto riportato dall’Afp, gli aggressori avrebbero agito in sella ad una motocicletta. Così i sei turisti francesi sono rimasti uccisi insieme alla guida e all’autista nigerini che li accompagnavano nella zona di Kouré, area del sud ovest del paese incastrata tra Mali e Burkina Faso. «Sono entrati in moto attraverso la boscaglia e hanno aspettato l’arrivo dei turisti. Il veicolo preso in prestito dai turisti appartiene alla Ong Acted», ha dichiarato una fonte locale.

NIGER, UCCISI 6 TURISTI FRANCESI E 2 GUIDE

Gli autori dell’attacco farebbero parte di una fazione fuoriuscita da Boko Haram secondo fonti in lingua araba che seguono il terrorismo jihadista. Lo riporta il Corriere della Sera, ricordando che in questa zona del Niger sono in azione anche gruppi islamisti collegati ad al-Qaeda e allo Stato islamico che vogliono costringere l’esercito nigeriano a retrocedere dalla frontiera occidentale. L’anno scorso gli attacchi in Niger sono quadruplicati: sono state uccise infatti quasi 400 persone secondo i dati dell’Ahmed Conflict Location & Event Data Project. Nella regione il turismo è tollerato, ma la zona è classificata come “rossa” dal ministero degli Esteri francese che circa cose sia elevata la minaccia terroristica in Niger, soprattutto fuori dalla capitale e in prossimità delle frontiere. «Movimenti terroristici presenti nel Sahel, in Nigeria e nella zona lacustre (Boko Haram) potrebbero compiere operazioni in Niger», si legge. Inoltre, il ministero evidenzia che intorno alle frontiere del Niger vengono compiuti sequestri, attentati o attacchi, quindi la minaccia persiste, nonostante la mobilitazione delle forza di sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA