“Non baciate i vostri figli davanti scuola”/ L’assurdo divieto della scuola dei Vip

- Dario D'Angelo

“Non baciate i vostri figli davanti scuola”. Questa la richiesta del direttore della St. Louis School di Milano in una lettera inviata ai genitori.

scuola elementare alunni 1 lapresse1280 640x300
Scuola (LaPresse)

Non baciate i vostri figli davanti scuola“: è questo l’ultimo divieto anti-coronavirus messo nero su bianco in una lettera firmata da un dirigente della St. Louis School di Milano e indirizzata ai genitori degli alunni che frequentano l’istituto meneghino. Come riportato da La Verità, a pensare la misura in questione è stato Jake Burnett, principal della St. Louis, celebre british school per studenti dai 2 ai 18 anni considerata la scuola dei Vip anche in ragione delle rette che sfiorano i 18mila euro. Il direttore scolastico, che di ritrovarsi a chiudere la scuola non vuole proprio saperne, si è rivolto ai genitori del campus di Caviglia (gli altri due sono quello di Olmetto e Colonna, ndr) fornendo alcune indicazioni sulle procedure da attuare per mantenere in “sicurezza la nostra comunità“. Un modo, si legge nella lettera, per “adattarci alle sfide di questa pandemia mondiale e di emergenza nazionale“.

“NON BACIATE I VOSTRI FIGLI DAVANTI SCUOLA”: IL DIVIETO DELLA SCUOLA DEI VIP MILANESE

Quello della St. Louis School in tema di misure preventive, se rapportato con quello impresso dalle altre scuole del Belpaese, è stato un vero e proprio cambio di passo. Ai genitori dei bambini di “Early years”, la scuola d’infanzia, è stato concesso di entrare nel giardino “per lasciare e andare a prendere i loro bambini il più rapidamente possibile” anche se “si prega di seguire i nostri orari scaglionati per i drop off mattutini e i pick up pomeridiani“. Il direttore scolastico ha soprattutto messo in chiaro ciò che gli adulti non devono fare: “Mi rincresce fare questa richiesta, ma per favore non baciate i vostri figli durante il drop off. Questo gesto naturale che facciamo ogni giorno senza pensarci, è considerato come un mezzo di ulteriore trasmissione del virus“. Inglesismi evitabili a parte – d’altronde sempre di “british school” si tratta – viene da domandarsi che senso abbia vietare un bacio ai propri bambini davanti scuola dopo che gli stessi hanno comunque trascorso diverse ore a casa, condividendo gli spazi a stretto contatto con i genitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA