Non è l’Arena/ Ospiti e anticipazioni 28 marzo: caos vaccini, da Astrazeneca ad Aria

- Silvana Palazzo

Non è l’Arena, anticipazioni puntata 28 marzo e ospiti: caos vaccini, dal caso Astrazeneca a quello Aria in Lombardia, passando per quello in Toscana

Il conduttore Massimo Giletti
Il conduttore Massimo Giletti

Continuano le inchieste di “Non è l’Arena” di Massimo Giletti che torna oggi, domenica 28 marzo 2021, su La7 con una nuova puntata. Le anticipazioni lasciano intendere che sarà particolarmente esplosiva. Il giornalista tornerà ad occuparsi del caso AstraZeneca, anche perché restano ancora molti gli interrogativi. Dal caos sulle fasce d’età di chi può ricevere il vaccino alla decisione di fermarne la somministrazione, poi revocata. Nicola Magrini, attuale direttore generale dell’Aifa, ha parlato di una scelta politica, ma è stato davvero così? Il programma di La7 approfondirà anche questo aspetto. Ma ovviamente verrà trattato anche il giallo delle 29 milioni di dosi che sono state trovate nello stabilimento di Anagni.

È previsto l’intervento di Luca Pani, ex direttore generale dell’Aifa, che sarà in collegamento, invece in studio ci saranno Pierpaolo Sileri, Luca Telese, Maria Rita Gismondo e Marc Botengà. C’è poi un altro caso spinoso che riguarda i vaccini, ma in particolare la Regione Lombardia.

NON È L’ARENA, ANTICIPAZIONI E OSPITI 28 MARZO

Non è l’Arena” di Massimo Giletti si occuperà, infatti, sul caso Aria, i cui vertici sono stati azzerati dopo il caos vaccini. La società della Regione Lombardia si occupava delle prenotazioni per la somministrazione del vaccino, ma i problemi sono stati molteplici. Dalle anticipazioni emerse nelle ultime ore si apprende che il programma di La7 se ne occuperà interpellando Mario Mazzoleni, membro dimissionario del Cda di Aria, e il giornalista Alessandro Milan. Ma non verrà affrontato solo il caso Lombardia in relazione alla campagna vaccinale, ma pure quello Toscana. Qui la campagna di vaccinazione è stata oggetto di molte polemiche a causa della bassa percentuale di vaccinati over 80.

A ciò si aggiunge poi il caso di Andrea Scanzi, vaccinato con il siero di AstraZeneca perché inserito nella cosiddetta lista dei “panchinari”. Si tratta di un elenco di persone che l’azienda sanitaria, in caso di disdette degli aventi diritto, contatta per somministrare le dosi rimaste inutilizzate al termine della giornata, così da evitare che vengano gettate via.



© RIPRODUZIONE RISERVATA