NORA AMILE/ “Mio padre era violento, ho tentato il suicidio, mi voleva ammazzare”

- Emanuele Ambrosio

Nora Amile ha raccontato il suo dramma vissuto dopo l’esperienza ne La Pupa e il Secchione: le sue parole a Storie Italiane

nora amile rai
Nora Amile a Storie Italiane (Rai)
Pubblicità

Ha raccontato la sua storia drammatica Nora Amile, e lo ha fatto in diretta tv, nel corso del programma Storie Italiane su Rai Uno. L’ex concorrente de La Pupa e il Secchione ha tentato il suicidio da bambina, causa un padre molto violento: “Non ho mai parlato di violenza fino ad oggi ma dentro di me c’è stata una grande trasformazione, una crescita spirituale, e dopo che l’ho superato, oggi ho il coraggio di parlarne – esordisce la Amile – sono la testimonianza di qualcosa di reale, la violenza c’è in mezzo a noi e voglio mandare un messaggio a tutte quelle donne e bambine che offrono”. Quindi la Amile ha raccontato la sua storia: “Mio padre è musulmano, del Marocco, all’inizio lo odiavo, poi crescendo ho imparato: lui era stato educato con la violenza e le botte, di conseguenze faceva lo stesso su di noi. Abbiamo visto scene atroci fino all’età di 11 anni, con mio padre che ha sempre picchiato mia madre, poi c’è arrivata una segnalazione da un’assistente sociale. Io avevo sempre dei segni sul corpo, la mia maestra si avvicinava ma io non raccontavo nulla, non volevo fare pena a nessuno”. Quindi il tentativo di suicidio: “Una sera, quando avevo 11 anni, sono scappata, sono andata su un ponte e volevo buttarmi giù: poi c’è stata una voce dentro di me che mi ha detto che la fuori c’era un mondo nuovo. Sono andata dalla polizia, volevo che mi allontanassero: mi hanno tolto dal nucleo famigliare e messo in un istituto. Mio padre mi voleva ammazzare dopo la denuncia, un giorno mi ha aspettato fuori dall’istituto con un coltello. Cosa mi ha salvata? La mia fede”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Pubblicità

NORA AMILE E IL RACCONTO CHOC DEL SUICIDIO

Nora Amile, la ex concorrente de La Pupa e il Secchione, si è raccontata in un lunga intervista a Novella 2000 in cui ha parlato per la prima volta di un periodo davvero difficile della sua vita. La bellissima modella è ricordata dal grande pubblico proprio per il programma televisivo di successo che quest’anno si appresta a tornare in video con un cast completamente rinnovato; un’associazione che Nora non gradirebbe particolarmente stando a quanto ha dichiarato a Novella 2000: “tra le pupe avevo il ruolo della svampita, ma in realtà non sono così”. Un ruolo che non la rappresentava affatto, ma che ha dovuto interpretare all’interno del programma che le ha permesso di farsi conoscere dal grande pubblico. La modella, infatti, durante l’intervista ha precisato le sue doti artistiche ben lontane da quelle di una “pupa svampita”: “ho un diploma da attrice e ho studiato con il metodo Stanislavskij. Parlo quattro lingue: italiano, inglese, spagnolo e arabo. E sono una donna abbastanza colta”.

Pubblicità

Nora Amile: “Ho avuto una crisi d’identità”

Il ruolo della svampita quindi non rappresentava affatto la bella Nora Amile che però deve tutto il suo successo nel mondo dello spettacolo proprio alla partecipazione alla prima edizione de “La Pupa e il Secchione”. Una volta terminato il programma, la showgirl ha continuato a lavorare nel mondo dello spettacolo partecipando a “Colorado” e registrando anche una sit-com con Luca Laurenti, ma per il grande pubblico Nora Amile è ancora la svampita de La Pupa e il Secchione. Un’etichetta che la modella non gradisce particolarmente al punto che otto anni fa è caduta nel vortice della depressione come ha raccontato a Novella 2000. “Ho avuto una crisi d’identità e volevo suicidarmi… Tutti mi associavano solo ed esclusivamente alla ‘pupa’ e ho tentato il suicidio” ha detto la showgirl che ha vissuto un momento davvero complicato. Per fortuna a starle accanto gli amici di sempre e le persone che le vogliono bene, che l’hanno aiutata a tirarsi su e a superare questo stato di depressione.

Nora Amile oggi: concorrente al Grande Fratello Vip 4?

“Quando sono venuti in soccorso mi hanno portato in una clinica psichiatrica, perché pensavano che avessi perso la testa totalmente e hanno iniziato a curarmi. Per fortuna, anche in quel caso ho reagito bene e ho dimostrato di non essere pazza, ma solo depressa” ha detto Nora Amile, che oggi ha ritrovato un suo equilibrio sia nella vita privata che in quella artistica. Proprio sui progetti futuri la showgirl ha rivelato: “sto registrando una canzone che parla proprio del mio problema e sto scrivendo anche un romanzo sulla mia vita”. Ma non finisce qui, visto che Nora ha precisato: “ci sono buone possibilità che mi rivediate in TV, ma al momento devo tenere la bocca cucita”. Che la bella modella stia parlando della sua possibile partecipazione al Grande Fratello Vip 4?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità