Nunzia Catalfo, senatrice M5s scippata a Trastevere/ “Che choc”: la Grillo testimone

- Niccolò Magnani

Nunzia Catalfo, senatrice M5s e Presidente Commissione Lavoro scippata a Roma Tratevere: testimone la ministra Giulia Grillo, “sono sotto choc”

Nunzia Catalfo
Nunzia Catalfo, M5s (LaPresse, 2019)

«Tutto mi sarei aspettata tranne che si potesse essere scippati in un posto tanto centrale e frequentato come Trastevere»: racconta così Nunzia Catalfo, senatrice del M5s e “mamma” del Reddito di Cittadinanza dopo lo scippo improvviso avvenuto ieri sera dopo cena nel cuore di Trastevere, in Via dei Genovesi. La politica esponente grillina e Presidente Commissione Lavoro era andata in un ristoranti romano con la Ministra della Salute Giulia Grillo e altri parlamentari, quando poi verso l’uscita due uomini in scooter le hanno strappato la borsa portandole via lo smartphone, il tesserino da parlamentare del Senato e circa 200 euro. Immediata la denuncia alla polizia che si è messa sulle tracce del duo di borseggiatori: a chiamare il 113 alle 23.30 circa è stato un altro senatore grillino, spiega il Corriere della Sera dopo la denuncia fatta e i primi commenti della stessa sventurata protagonista del furto subito.

SCIPPO ALLA SENATRICE “MAMMA” DEL REDDITO DI CITTADINANZA

«Avevamo appena lasciato il locale – racconta Nunzia Catalfo al Messaggero – stavamo camminando e in strada non c’era nessuno, ma quei due sono sbucati all’improvviso così velocemente da dietro. Avevo la borsa a tracolla e la tenevo stretta. Poi ho sentito tirare, erano dietro, e mi hanno scippata»: il sospetto è che i ladri possano essere “recedivi” e abituali frequentatori dell’area di Trastevere con già diversi scippi e furti alle spalle. Secondo quanto riporta l’Ansa, sarebbero per l’appunto degli specialisti del borseggio già più volte dentro e fuori dal carcere: la polizia ha fatto sapere che l’ultimo segnale lasciato dal cellulare risulta in un casolare abbandonato a Testaccio. Unico testimone dello scippo è la ministra della Sanità Grillo che ha sporto denuncia assieme alla Catalfo ieri sera dopo la mezzanotte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA