Nunzia De Girolamo, svaligiata villa a Benevento/ Rubati gioielli, soldi e pistole

- Emanuela Longo

Svaligiata la villa di famiglia di Nunzia De Girolamo in provincia di Benevento: portati via soldi, gioielli e due pistole. “I miei genitori fortunatamente stanno bene”

nunzia de girolamo nonelarena la7 640x300
Nunzia De Girolamo a Non è l'Arena

Paura nella notte per l’ex ministro Nunzia De Girolamo, oggi conduttrice televisiva, la cui villa di famiglia a San Nicola Manfredi, in provincia di Benevento è stata teatro di una spiacevole rapina. Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero, la scorsa notte i ladri avrebbero svaligiato l’abitazione in cui vivono i genitori della De Girolamo anche se fortunatamente al momento della rapina la casa era vuota. I proprietari si sarebbero accorti del grave furto subito solo al loro ritorno lanciando così immediatamente l’allarme alle forze dell’ordine che si sono messe prontamente alla ricerca della refurtiva e degli autori della rapina. Al momento non sarebbe del tutto chiaro a quanto ammonti il bottino portato via dai malviventi.

Stando tuttavia ad una prima ricostruzione dei danni subiti dalla famiglia di Nunzia De Girolamo sarebbero stati portati via denaro, gioielli e due pistole regolarmente detenute.

NUNZIA DE GIROLAMO, SVALIGIATA VILLA DEI GENITORI A BENEVENTO

I carabinieri che indagano al furto subito da Nunzia De Girolamo hanno appurato che i ladri sarebbero entrati nella villa attraverso una finestra al piano terra. Durante un sopralluogo dei miliari, infatti, sarebbe stata trovata la finestra forzata che andrebbe a confermare la prima ipotesi legata alla ricostruzione iniziale di quanto accaduto. L’ex ministro ha commentato la notizia attraverso le sue Instagram Stories: “E’ sui giornali la notizia del furto in casa della mia famiglia a Benevento, volevo ringraziare tutti per i tantissimi messaggi d’affetto e per la vicinanza alla mia famiglia”. La conduttrice Rai ha proseguito: “Purtroppo episodi di microcriminalità nelle zone interne e nelle zone periferiche sono sempre di più e dobbiamo tenere alta l’attenzione perchè il pericolo è dietro l’angolo”. Infine ha considerato quanto accaduto come “una bruttissima violazione della privacy e della propria intimità”, dicendosi molto dispiaciuta per i suoi genitori che fortunatamente non erano in casa al momento del furto e “stanno bene”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA