NUOVA ORDINANZA: FONTANA RIAPRE MERCATI COPERTI/ Coronavirus Lombardia, dietrofront

- Fabio Belli

Nuova ordinanza: Fontana riapre mercati coperti. Coronavirus Lombardia, dietrofront, la chiusura è durata solamente 24 ore.

Sameh fruttivendolo
Lapresse
Pubblicità

Dietrofront Lombardia, i mercati coperti resteranno aperti: è stato stabilito con una nuova ordinanza del presidente della Regione, Attilio Fontana, che di fatto annulla la precedente, che sabato aveva disposto la chiusura del mercati comunali coperti oltre all’obbligo di indossare mascherine all’aperto. Quest’ultima decisione aveva sollevato vibranti proteste, tra le altre anche quella del Sindaco di Milano, Beppe Sala. Pressioni che hanno portato probabilmente la giunta regionale a riflettere, fino ad arrivare alla revoca dell’ordinanza con una nota ufficiale: “La Regione Lombardia ha predisposto un’ordinanza, a firma del presidente Attilio Fontana, grazie alla quale i ‘mercati coperti‘ da domani potranno essere aperti alle medesime condizioni che valgono per i supermercati“. Dunque a partire da martedì i mercati coperti saranno di nuovo aperti ed equiparati alle altre attività commerciali che vendono generi alimentari, senza invece essere affiancati ai mercati all’aperto che sono stati immediatamente chiusi dal decreto del Governo che ha reso l’Italia “zona protetta” a partire dal 10 marzo scorso.

Pubblicità

SALA: “NEI MERCATI COPERTI STESSA SICUREZZA DEI SUPERMERCATI”

La decisione di Fontana aveva sollevato una vasta fila di lamentele, coi mercati coperti che comunque sia garantivano un supporto importante al settore commerciale agroalimentare, già colpito in maniera durissima dalla crisi legata all’emergenza coronavirus. E sui suoi profili social il Sindaco di Milano, Beppe Sala, si era fatto portavoce di chi non aveva digerito questo tipo di ordinanza, dopo essersi nei giorni scorsi battuto per il ritorno alla vendita degli articoli di cancelleria: “Stamattina purtroppo ho dovuto chiudere i mercati comunali coperti perché un nuovo regolamento di Regione Lombardia ci chiede di farlo,” aveva spiegato il primo cittadino del capoluogo lomabrdo, “rimango fedele al mio principio e cioè che le norme si applicano, però chiederò a Regione di ripensarci perché i mercati comunali coperti, che sono importanti per tanta parte della nostra popolazione, hanno gli stessi sistemi e metodi di sicurezza dei supermercati. Ad esempio a tutti si controlla la febbre entrando, cosa che mi conferma il presidente di Coldiretti Ettore Prandini che mi ha appena chiamato. Vedremo cosa succederà oggi“. E alla fine si è deciso per il dietrofront, con i cittadini della Lombardia che martedì mattina potranno fare la spesa anche nei mercati coperti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità