Omicidio Chiara Gualzetti/ Il padre, Vincenzo: “Ergastolo per il suo assassino”

- Alessandro Nidi

Omicidio Chiara Gualzetti, il papà chiede l’ergastolo per il 16enne che ha ucciso sua figlia: “Non può esserci una pena diversa”

chiara gualzetti 2021 social 640x300
Chiara Gualzetti (Foto social presa da Repubblica.it)

L’omicidio di Chiara Gualzetti, che ha perso la vita a soli 15 anni per mano di un suo quasi coetaneo, è tornato d’attualità a “I Fatti Vostri”, programma di Rai Due, con la presenza dei genitori della ragazza. Il papà, Vincenzo, ha sottolineato che sperava, quando sua figlia è scomparsa, che si trattasse di un colpo di testa di una quindicenne, invece le cose erano andate in maniera decisamente terribile. Il ragazzo di 16 anni che ha ucciso Chiara ha affermato alle forze dell’ordine che l’uccisione era stata compiuta su ordine di un demone.

L’assassino era nell’ambito delle amicizie di Chiara, non era la prima volta che usciva con lei e, secondo il papà della ragazzina, non aveva mai dato segni di squilibrio. La mamma di Chiara, Giusi Fortunato, però, non crede alla versione del demone, ma sostiene che lui si fosse invaghito della figlia. Lui le diceva che era il suo amico, che le voleva bene.

OMICIDIO CHIARA GUALZETTI, PARLA L’AVVOCATO

In seguito, è intervenuto in collegamento audiovisivo il legale della famiglia Gualzetti, per una rapida dichiarazione rilasciata in esclusiva al programma: “L’osservazione che va fatta è che tutto questo è un qualcosa di premeditato. Questo ragazzo ha organizzato tutto, uscendo di casa con un coltello. Un omicidio commesso da un soggetto che fin dalle prime battute invoca una sorta di privilegio datogli dalla sua condizione di minorenne”.

Il padre di Chiara Gualzetti ha concluso il discorso chiedendo l’ergastolo per il ragazzo che si è macchiato dell’omicidio di sua figlia, perché “per chi ammazza non ci può essere una pena diversa”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA