Omicidio Voghera, Ilaria Cucchi a sorella Younes: “Non mollare”/ “Cerca la verità”

- Alessandro Nidi

Omicidio Voghera, Ilaria Cucchi conforta Bahija, la sorella di Younes El Boussettaoui: “Non hai tempo per piangerlo, vai avanti e scopri cosa gli è successo”

Ilaria Cucchi 640x300
Ilaria Cucchi (In Onda, 2021)

L’omicidio di Voghera, nel quale ha perso la vita il 39enne marocchino Younes El Boussettaoui, 39enne di origini marocchine colpito da un proiettile esploso dalla pistola dell’assessore comunale alla Sicurezza della Lega Massimo Adriatici, ora agli arresti domiciliari, ha tenuto banco nel corso della seconda parte della puntata di giovedì 29 luglio 2021 del programma “In Onda”, trasmesso su La 7 e avente come ospite in studio Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano. La donna, infatti, era stata menzionata pubblicamente nei giorni scorsi da Bahija, la sorella della vittima dell’assassinio in landa lombarda, per ottenere il suo supporto.

Proprio Bahija, in collegamento audiovisivo con il salotto televisivo, ha confermato quelle sue dichiarazioni: “Ilaria Cucchi ha passato quello che sto passando io adesso, hanno assassinato suo fratello. Ho seguito il suo caso sin dall’inizio in tv e attraverso gli articoli di giornale. Lei ha attraversato lo stesso dramma che la mia famiglia sta vivendo, per giunta per mano di funzionari dello Stato”.

OMICIDIO VOGHERA, ILARIA CUCCHI: “UN ABBRACCIO A BAHIJA”

Proprio nel corso di “In Onda”, è avvenuto il primo contatto verbale tra Ilaria Cucchi e Bahija El Boussettaoui, con la prima che ha voluto esternare il proprio punto di vista sull’omicidio di Voghera, facendo pervenire il proprio sostegno alla sorella della vittima: “Io voglio darle un abbraccio virtuale – ha asserito – e dirle che le sono vicina, in quanto nessuno più di me la può capire”. Poi, successivamente, ha aggiunto una serie di consigli: “Sii forte, vai avanti dritta per la tua strada, fino a quando non sarà emersa la verità sulla morte di tuo fratello. Non avrai nemmeno il tempo di piangerlo, dovrai tirare fuori tutte le tue forze per rendergli giustizia. Il fatto fato che tu abbia pensato a me mi fa capire che la morte di mio fratello non è stata inutile”.

Infine, una rapida disamina sulle voci che si sono susseguite dopo la morte di Youns El Boussettaoui, del quale si è detto che fosse un senzatetto e non avesse una famiglia che lo amasse alle spalle: “Anche se avesse avuto questi problemi, questo non giustifica cosa gli è accaduto”, ha chiosato Cucchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA