Oms dà ok a primo vaccino anti-malaria per bimbi/ “Migliaia di giovani vite salvate”

- Andrea Murgia

Via libera Oms al primo vaccino antimalarico per i bambini che potrà essere usato soprattutto in Africa subsahariana e in altre zone a rischio. Tedros Adhanom Ghebreyesus: “È un momento storico”

Unicef contro l'Ebola in Congo
Congo, l'Unicef contro il virus Ebola (LaPresse, 2019)

L’Organizzazione mondiale della sanità ha dato il via libera all’utilizzo del primo vaccino antimalarico per i bambini, che potrà essere usato in particolare in Africa subsahariana e in altre zone a rischio. «È un momento storico. Il vaccino antimalarico tanto atteso per i bambini è un progresso per la scienza, la salute infantile e la lotta contro la malaria», ha dichiarato in una nota il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. La raccomandazione si basa sui risultati di un programma pilota in corso in Ghana, Kenya e Malawi, che ha raggiunto più di 800mila bambini dal 2019.

Secondo l’Oms, il vaccino contro la malaria «potrebbe salvare decine di migliaia di giovani vite ogni anno», considerando che fa registrare circa 230 milioni di casi e 400 mila decessi all’anno, e che nel 2019 a causa della malattia sono morti più di 260 mila bambini soltanto in Africa. «È sicuramente un successo incredibile, a conferma che quella dei vaccini è una strategia importantissima per tutte le malattie infettive», commenta Andrea Gori direttore del reparto di Malattie infettive al Policlinico e professore ordinario alla Statale di Milano, citato dal Corriere della Sera. «È un vaccino che non eradica la malattia, perché se usato da solo come prevenzione dall’acquisizione della malaria ha un’efficacia non così alta. Ma se somministrato insieme agli antimalarici, sempre nei bambini, si ha circa il 70 per cento di riduzione dall’ospedalizzazione o dalla morte. E questo è un risultato eclatante».

VIA LIBERA OMS A VACCINO ANTI-MALARIA PER BIMBI: I RISULTATI DEI TEST

I test del 2015 sul vaccino contro la malaria avevano dimostrato che poteva prevenire circa quattro casi su dieci, tre casi su dieci in forma grave e portare a una riduzione di un terzo del numero di bambini bisognosi di trasfusioni di sangue. Gli ulteriori test hanno mostrato che il vaccino è sicuro e porta a una riduzione del 30 per cento della malaria grave. Il dottor Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’Oms per l’Africa ha detto: «Abbiamo a lungo sperato in un vaccino efficace contro la malaria e ora, per la prima volta in assoluto, abbiamo tale un vaccino raccomandato per un uso diffuso. La raccomandazione di oggi offre un barlume di speranza per il continente che sopporta il fardello più pesante della malattia e ci aspettiamo che molti più bambini africani siano protetti dalla malaria e diventino adulti sani».

Il programma di attuazione del vaccino contro la malaria è coordinato dall’Oms e supportato da partner nazionali e internazionali, tra cui Path, Unicef e Gsk, che stanno donando fino a 10 milioni di dosi del vaccino per il progetto pilota. Il vaccino contro la malaria RTS,S è il risultato di 30 anni di ricerca e sviluppo di Gsk e attraverso una partnership con Path, con il supporto di una rete di centri di ricerca africani. La Bill & Melinda Gates Foundation ha fornito finanziamenti per lo sviluppo in fase avanzata di RTS,S tra il 2001 e il 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA