Ornella Vanoni: “Coprifuoco? So che cos’è”/ “Ho vissuto la guerra, restate a casa”

- Davide Giancristofaro Alberti

Ornella Vanoni parla del coprifuoco attraverso la propria pagina Instagram. L’artista milanese ha pubblicato uno scatto con una didascalia significativa

Ornella Vanoni a Domenica In
Ornella Vanoni

Ornella Vanoni ha pubblicato nelle scorse ore un post su Instagram attraverso cui ha voluto fare chiarezza sul termine “coprifuoco”. In questi giorni praticamente ogni esperto e ogni politico sta ripetendo il termine suddetto come misura di restrizione contro l’epidemia di coronavirus, e di conseguenza Ornella Vanoni ha di fatto voluto rimettere le cose a posto. Attraverso la propria pagina Instagram ha infatti scritto: “Le parole hanno un peso, certo. Ma non bisogna avere paura di usarle quando servono, vedi ‘coprifuoco’”. Quindi l’86enne cantante milanese ha aggiunto e concluso: “Durante la guerra, e io l’ho vissuta, c’era il coprifuoco e sapevamo cosa bisognava fare: spegnere tutte le luci, perché il nemico non ci bombardasse, e adesso siamo in guerra”. Le sue parole sono a corredo di un’immagine del famoso Pirellone di Milano, il grattacelo della Regione Lombardia, con la scritta “State a casa” fatta attraverso le luci degli uffici dello stesso edificio.

ORNELLA VANONI: “HO SOLO DUE RIMPIANTI…”

Ornella Vanoni ha festeggiato da meno di un mese il suo 86esimo compleanno, precisamente lo scorso 26 settembre, e per l’occasione ha pubblicato due nuove collezioni musicali, un doppio vinile in edizione limitata e un cofanetto contenente ben 4 cd, che oltre ai più grandi successi della mitica Ornella Vanoni, contiene anche alcune collaborazioni di prestigio come quella con il pianista jazz Herbie hancock. Per il suo 86esimo compleanno, vista anche l’emergenza covid che stava iniziando a farsi seria, la Vanoni aveva preferito rimanere in famiglia, forse anche per via dei numerosi impegni in carriera che l’hanno tenuta per forza di cose lontana dai suoi cari. “Ho solo due rimpianti – aveva infatti detto recentemente, come riferisce Fanpage in data 25 settembre – il primo è non essere riuscita a tenere Gino, anche se sono andata via io. L’altro è mio figlio Cristiano: gli sono stata troppo poco vicino, ho perso la maternità, ma dovevo lavorare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA