OSCAR DAMIANI STRONCA LA JUVENTUS/ “Ancora indietro, manca qualcosa”

- Gianmarco Mannara

Oscar Damiani, ex attaccante del Genoa si è lasciato andare in un’intervista spendendo belle parole per il Napoli, e un po’ preoccupate sulla Juventus

allegri
L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri (Foto LaPresse)

L’agente Oscar Damiani, ex attaccante del Genoa che dopo aver appeso gli scarpini al chiodo ha avuto una brillante carriera come procuratore, basti pensare che tra le sue fila ci sono stati giocatori del calibro di Lilian Thuram, si è lasciato andare in un’intervista a Tuttomercatoweb sbilanciandosi parecchio sul Napoli: “La prima giornata ha confermato le aspettative, sta facendo molto bene anche la Roma ma occhio al Napoli che potrebbe essere la sorpresa del campionato”. Dopotutto non è difficile credere alla squadra partenopea campione d’Italia, soprattutto dopo il 5-2 rifilato al Verona e con il probabile arrivo di Raspadori, Ndombele e Keylor Navas. Giuntoli sta creando una vera corazzata da consegnare a Spalletti e anche l’ambiente è fiducioso delle possibilità della società.

Attenzione però, il campionato è ancora lungo ed è già capitato l’anno scorso di un tracollo del Napoli dopo aver messo un piede sullo scudetto.  Oltre ai giocatori gli azzurri devono soprattutto lavorare sulla tenuta mentale per dare il meglio anche contro le squadre non di vertice, e non perdere in questo modo punti per strada.

Oscar Damiani “alla Juve manca qualcosa”

Dopo le belle parole per Napoli e Roma, Damiani ha voluto anche accennare a cosa pensa della nuova Juve che quest’anno ha l’obiettivo dichiarato di lottare per lo scudetto. “I bianconeri devono fare qualcosa, sono ancora un po’ indietro” questa la spiegazione di Damiani. La dirigenza juventina infatti è già al lavoro per consegnare a Massimiliano Allegri una squadra competitiva, i prossimi nomi in agenda sono quello dell’attaccante olandese Memphis Depay e, appena si libererà spazio a centrocampo, potrebbe fare il suo ingresso alla Continassa anche Leandro Paredes, un esubero del PSG che la squadra parigina sta cercando di piazzare anche a costo di non farlo pagare troppo. E la Juve non vuole lasciarselo scappare.

Damiani poi ha voluto sottolineare quanto sarà importante per la Roma il coinvolgimento del pubblico, lodando Mourinho per come è riuscito a ravvivare una piazza tanto grande come quella romana. Forse anche lanciando una frecciatina ai tifosi bianconeri che, da due anni a questa parte preferiscono criticare la squadra piuttosto che incitarla.  I fischi infatti ci sono stati anche contro il Sassuolo, partita poi finita 3-0 per i bianconeri.





© RIPRODUZIONE RISERVATA