Padova, espulso imam violento/ Trovate foto Hitler su Facebook: ipotesi antisemitismo

- Silvana Palazzo

Padova, espulso imam violento: maltrattava bambini e sono state trovate foto di Adolf Hitler sul suo profilo Facebook. C’è dunque anche l’ipotesi antisemitismo

ultime notizie
LaPresse

Un imam violento è stato espulso per maltrattamenti ai bambini. Si tratta di un 20enne del Bangladesh residente a Padova che era finito con un altro imam nell’inchiesta sulle ripetute botte ai piccoli alunni delle sue lezioni coraniche avvenute in un centro culturale islamico. Nella giornata di ieri la Polizia di Stato ha allontanato il giovane, che aveva ricevuto l’obbligo di dimora nel capoluogo, con divieto di uscire di casa dalle 17 alle 8 del mattino e obbligo di firma in questura una volta al giorno. Stando a quanto riportato dall’Ansa, è stato accompagnato al Centro di Permanenza di Ponte Galeria (Roma), da dove sarà rimpatriato nel proprio paese di origine. Dalle indagini è emerso che l’imam svolgeva le lezioni coraniche in un clima di assoluto terrore, tra botte e percosse date anche con l’uso di un bastone. Inoltre, c’era il rischio che trasmettesse idee antisemite, visto che gli inquirenti hanno trovato sul suo profilo Facebook alcune foto di Adolf Hitler.

PADOVA, ESPULSO IMAM VIOLENTO: TROVATE FOTO HITLER SU FACEBOOK

L’inchiesta sui due imam violenti è stata condotta dalla Digos in questi mesi e coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dr. Piccione. L’imam espulso è ritenuto socialmente pericoloso. Gli approfondimenti info-investigativi eseguiti dalla Digos hanno delineato un quadro indiziario di assoluta pericolosità riguardo le condotte di insegnamento, ma la circostanza delle foto di Adolf Hitler nel profilo Facebook dell’imam richiama a formule di propaganda estremiste. Quindi, come riportato da Il Mattino di Padova, c’era il rischio anche di potenziali idee antisemite che l’uomo avrebbe potuto trasmettere ai suoi piccoli allievi. Due rischi che sono stati scongiurati con l’espulsione dell’imam del centro culturale islamico di via Jacopo da Montagnana. Ieri infatti l’imam è stato condotto al Centro di Permanenza di Ponte Galeria (Roma) per essere rimpatriato nel suo paese di origine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA