PALTRINIERI, RECORD EUROPEO AL SETTECOLLI/ Video: primato nei 1500 stile libero

- Fabio Belli

Paltrinieri, record europeo al Settecolli. Video: primato nei 1500 stile libero con l’eccezionale tempo di 14’33″10 ottenuto nella piscina del Foro Italico a Roma.

gregorio paltrinieri nuoto
Gregorio Paltrinieri ai Mondiali nuoto 2019 (Foto LaPresse)

Una notte dal leone per Gregorio Paltrinieri, che nella piscina del Foro Italico durante il prestigioso trofeo SetteColli di nuovo ha migliorato il record europeo nella distanza dei 1500 stile libero di nuoto, record che peraltro lui stesso deteneva. Paltrinieri ha abbassato il primato fermando il cronometro a 14’33″10, una performance davvero eccezionale se si pensa che il vecchio primato continentale era di 14’34″04, tempo fissato come detto dallo stesso Paltrinieri alle Olimpiadi di Londra 2016. Si tratta peraltro della seconda prestazione mondiale di tutti i tempi sulla distanza, solo il record del mondo detenuto dal cinese Sun Yang ha fatto registrare un tempo migliore: 14’31″02. Si è capito dalle prime bracciate che la gara al SetteColli poteva avere un potenziale storico, ogni vasca veniva chiusa da Paltrinieri con un tempo tra i  29″2 e da 29″1, una costanza nell’incedere che l’ha premiato, rendendo il record sempre più vicino. Decisivo il passaggio agli 800 metri chiusi in 7’45″41, partendo in progressione Paltrinieri è andato ancora meglio e si è fermato solo a 2” dal record Mondiale, confermandosi il più forte del Vecchio Continente in questa specialità.

PALTRINIERI: “IL CORAGGIO NEI CAMBIAMENTI PAGA”

Nel video post gara Gregorio Paltrinieri celebra con grande soddisfazione la sua performance al SetteColli, essendo riuscito a migliorare il sé stesso di 4 anni prima con un record europeo ulteriormente migliorato sui 1500 stile libero: “Troppo bello. Sapevo di andare forte perché sentivo la nuotata come mai prima. 14:33 è veramente eccezionale come tempo, non l’avrei mai sognato. Ieri ho fatto un 800 molto forte e nuotare così il giorno dopo non è facileCredo di essere stato sempre coraggioso negli anni nel fare quello che volevo fare, sentivo che era il momento giusto. Come in una relazione d’amore: quando manca qualcosa è meglio cambiare, ho fatto così negli ultimi mesi di allenamento e mi sto divertendo un sacco, prendo meglio le gare e sto bene. Mi mancano ancora 17,5 km di gara perché settimana prossima farò 10 km, 5 km e 2,5 km di fondo. La gara di oggi è stata davvero eccellente, non potevo sperare di meglio: sentivo che la bracciata era buona, che avevo un bel ritmo ed è quel ritmo che mi fa andare“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA