Paola Piras esce dal coma: “Dov’è mio figlio Mirko?”/ Ma lui è morto per difenderla

- Alessandro Nidi

Paola Piras esce dal coma e chiede di suo figlio Mirko, morto per difenderla dall’aggressione del suo ex: i medici non le hanno ancora detto la verità

Agguato Mondragone
Carabinieri (LaPresse)

Paola Piras, madre di 51 anni raggiunta lo scorso 11 maggio da diciotto coltellate sferrate dal suo ex compagno Masih Shahid, originario del Pakistan, si è risvegliata dal coma farmacologico dopo quasi quaranta giorni e subito, dal letto d’ospedale, ha chiesto dove fosse suo figlio Mirko, il 19enne ucciso dalla furia omicida dell’uomo nel tentativo di difendere la mamma. Stando a quanto filtra dalle testate locali, fra cui “La Nuova Sardegna”, la donna avrebbe ripetutamente domandato di lui, ma i medici  dell’ospedale Santa Maria della Mercede avrebbero deciso di non raccontarle ancora la verità, in quanto le sue condizioni di salute sono ancora decisamente precarie e uno choc del genere potrebbe portare a un rapido peggioramento.

In questo momento, infatti, la paziente starebbe compiendo passi fondamentali in chiave guarigione, ma, anche se la respirazione avviene in maniera del tutto autonoma e ha ripreso ad alimentarsi, non può ancora essere dichiarata fuori pericolo di vita. Si ipotizza che la verità possa esserle raccontata solamente fra alcuni giorni, quando starà meglio e alla presenza di un’équipe di psicologi che dovranno aiutarla ad assorbire il trauma inaccettabile.

PAOLA PIRAS SI SVEGLIA DAL COMA E CERCA IL FIGLIO, MORTO PER DIFENDERE LA MADRE

Rammentiamo che, a seguito delle condizioni disperate con cui Paola Piras, madre di 51 anni, era giunta in ospedale, i medici rianimatori avevano optato per il coma farmacologico, al fine di provare a proteggere il suo corpo sfregiato dalla follia dell’ex compagno, che ha preso di mira quasi tutti gli organi vitali della malcapitata. Soltanto nei giorni scorsi l’istituto alberghiero frequentato dal figlio Mirko, morto per salvarla, ha consegnato il diploma di maturità che il giovane avrebbe conseguito in questo mese alla zia Stefania e al fratello Lorenzo.

Un momento particolarmente toccante per tutta la comunità di Tortolì, che ad oggi esulta per il risveglio di Paola, ma trema per la reazione che la donna potrà avere quando, purtroppo, scoprirà che suo figlio Mirko è morto nel tentativo di difendere la sua adorata madre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA