Paolo Bonolis, l’amicizia con Luca Laurenti/ “Lui è la mia via di fuga”

- Ilaria Macchi

Paolo Bonolis e Luca Laurenti non sono solo colleghi, il loro affiatamento è evidente a tutti, ma anche amici nella vita e non mancano di supportarsi reciprocamente.

Paolo Bonolis e Luca Laurenti a "Ciao Darwin"
Paolo Bonolis e Luca Laurenti a "Ciao Darwin"

Ormai da trent’anni Paolo Bonolis e Luca Laurenti formano una delle coppie più affiatate della Tv, in grado di supportarsi a vicenda e di far divertire il pubblico, che non si stanca mai dei loro sketch. Il conduttore è sempre il più serioso tra i due, mentre il musicista è decisamente più “svampito“, al punto tale che molti quando lo vedono in onda si fanno una domanda semplice ma inevitabile: “C’è o ci fa?“.

I due sono così uniti da non poter fare a meno l’uno dell’altro, come ha confermato il presentatore di ‘Avanti un altro‘: “Lui è The Dark Side of the moon – ha detto Bonolis in un’intervista a ‘Il Messaggero’ -. Molti pensano ma c’è o ci fa? C’è. Legge la vita diversamente da noi. Mi snellisce la vita con l’imprevedibilità. Io non so mai cosa fa. Luca è la mia via di fuga”.

Paolo Bonolis e Luca Laurentis: un affiatamento fortissimo

Chi pensa che i due abbiano costruito il feeling che tutti i telespettatori notano esclusivamente in Tv si sbagliano. Bonolis e Laurenti sono infatti legatissimi anche nel privato e spesso si ritrovano anche con le rispettive famiglie. Non tutti ricordano, però, qual è stata la loro “prima volta” sul piccolo schermo: si deve risalire al 1991, anno in cui lavoravano insieme a “Urka!“, programma trasmesso su Italia Uno a cui partecipavano tre concorrenti, due sfidanti e un campione.

Da allora i due non si sono praticamente più lasciati e hanno collaborato insieme anche al Festival di Sanremo. Come è facile immaginare, anche loro hanno avuto qualche discussione, ma la stima reciproca ha permesso loro di superarle, come ha confessato Luca: “Lui il cinico, quello un po’ bastardino – ha detto il musicista in un’intervista – Bè lasciatemi dire che questo non è assolutamente vero. Raramente nella mia vita ho incontrato un uomo così generoso come lui, pronto ad aiutare chiunque avesse bisogno. Se l’artista entra da anni nelle vostre case per portare un po’ di buon umore, io ho avuto e ho il privilegio di stare accanto all’uomo e di amarlo come un fratello”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA