Paolo Contincini/ “A mio nonno non ho mai detto ‘ti voglio bene’, ho avuto rimorsi”

- Davide Giancristofaro Alberti

L’attore Paolo Conticini, poliedrico artista, ospite negli studi del programma di Rai Uno, Dedicato: le sue parole con Serena Autieri, dal nonno alla moglie, fino a…

conticini 2021 dedicato rai 640x300
Conticini a Dedicato

Paolo Conticini è stato ospite stamane del programma di Rai Uno, Dedicato, e nell’occasione ha presentato il suo libro “Ho amato tutto”: “E’ un libro a cui ci lavoro da tanti anni – ha spiegato parlando con Serena Autieri sul primo canale – ma che ho sfornato da poco. Nel mio libro parlo di mio nonno perchè è grazie a lui che ho unito la catena di tutte quelle cose che ho scritto, non sapevo come unirle, quindi mi sono inventato un dialogo con mio nonno, in cui io vado sulla sua tomba e gli dico tutte le cose che non sono mai riuscito a dirgli perchè pensavo come certe cose fra uomini non si potessero dire, ad esempio “ti voglio bene”, io non sono mai riuscito a dirglielo. Lo vedevo come una figura grandissima da ascoltare, imitare, seguire, ho tralasciato cose per cui poi quando sono cresciuto ho avuto un po’ di rimorso”.

Poi Paolo Conticini ha aggiunto: “Io sono attaccato alla famiglia, meravigliosa, mamma, papà, amici. E’ stata la catena che ha fatto congiungere tutti questi accadimenti degli anni”. Sul titolo del suo libro: “Potrebbe essere il titolo di una persona più grande di me, ma significa che ho amato tutto davvero quello che la vita mi ha offerto, tutto tutto ho amato. Tante cose mi hanno fatto dispiacere e rattristare ma secondo me dobbiamo amarle quelle cose per diventare una persona più forte”. Nel libro l’attore racconta di come il suo primo sogno nel cassetto fosse quello di diventare un pompiere: “Volevo trovare un lavoro sicuro per affrontare la vita e metter su la famiglia. Avevo fatto questo concorso e in contemporanea ho fatto anche un provino per il cinema, che è il lavoro più bello del mondo ma molto complesso”.

PAOLO CONTICINI: “MIA MOGLIE? LA BELLA ADDORMENTATA SUL DIVANO…”

La moglie la chiama La bella addormentata sul divano, perchè? “L’ho conosciuta ad una sfilata di moda, mi ero addormentato e quando ho aperto gli occhi ho visto una ragazza che stava dormendo anche lei, poi si è svegliata e mi sono innamorato subito dei suoi occhi azzurri e l’ho soprannominata così. A lei non frega niente di niente, è al di sopra di tutto, è una principessa”.

Ma qual è la cosa che piace di più a Paolo Conticini? “A livello di soddisfazione ovviamente stare davanti al pubblico, le persone che decretano il tuo successo, l’affetto che incontri per strada, specialmente delle persone più grandi, sai con i ragazzini è più semplice, ma a quelle più grandi invece non gliene frega di farti un complimento lo fanno perchè hanno piacere di farlo, decisamente il teatro e stare davanti al pubblico è la cosa che mi piace di più”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA