Paolo Finzi è morto/ Addio al giornalista anarchico grande amico di De Andrè

- Davide Giancristofaro Alberti

Paolo Finzi è morto: si è spento all’età di 69 anni il giornalista anarchico, fondatore della rivista “A-Rivista Anarchica”, grande amico del cantautore De Andrè

finzi youtube 574x300
Paolo Finzi, morto il giornalista anarchico (Youtube)

E’ morto Paolo Finzi. Il giornalista era famoso per essere un grande amico di Fabrizio De Andrè, nonché fra i fondatori della rivista nata nel 1971, “A-Rivista Anarchica”, di cui era anche il direttore. A dare la notizia del suo decesso sono stati proprio i colleghi della stessa rivista, che attraverso i canali social hanno scritto: “Ieri, lunedì 20 luglio, se n’è andato Paolo Finzi, tra i fondatori di ‘A-Rivista Anarchica”, redattore e direttore responsabile. Se ne va un pezzo della nostra storia e dei nostri cuori”. Sul post dedicato alla scomparsa del collega giornalista si legge ancora: “Maestro di anarchia e di etica, di dialogo e confronto. Uomo brillante, intelligente, sensibile e gentile. Ci ha insegnato il dubbio e la riflessione, l’ascolto e il rispetto profondo e sincero. Continueremo a navigare in direzione ostinata e contraria, portando avanti un progetto che era la sua casa e la sua vita, nel solco del suo impegno e dei suoi ideali di libertà e giustizia. Faremo tesoro dei suoi insegnamenti. Sarà con noi per sempre”.

PAOLO FINZI E’ MORTO, LA MADRE VENNE ARRESTATA DAI FASCISTI

Numerose le attività svolte in carriera da Finzi, come quando nel 2000, ricorda l’agenzia Adnkronos, curò il dossier ‘Signora libertà, signorina anarchia’. Nel 2001 produsse invece il cd ‘Ed avevamo gli occhi troppo belli’, assieme a Dori Ghezzi e don Andrea Gallo, una raccolta di registrazioni live di canzoni di De Andrè e di brani “parlati” dello stesso cantautore durante i suoi concerti. Tre anni dopo aveva invece prodotto un altro cd dal titolo ‘Mille papaveri rossi’, una quarantina di cover realizzate da Marco Pandin, collaboratore di “A”. Risale infine al 2006 il dvd ‘A forza di essere vento. Lo sterminio nazista degli Zingari’, dedicato all’amico De Andrè e all’impegno in favore della comunità rom e sinti. Si ricordano poi un centinaio di iniziative dedicate al cantautore dopo la sua morte. Nato nel 1951, la madre Matilde Bassani, socialista convinta, venne arrestata dai fascisti nel 1942, colpevole di aver fatto parte ad un gruppo di Resistenza. Le cause del decesso di Finzi non sono state rese note.

© RIPRODUZIONE RISERVATA