Papa Francesco dimesso dall’ospedale Gemelli/ Come sta? Convalescenza in Vaticano

- Niccolò Magnani

Papa Francesco è stato dimesso dal Policlinico Gemelli di Roma dopo 10 giorni dall’operazione: come sta il Santo Padre, convalescenza in Vaticano per l’estate

Papa al Gemelli
Papa Francesco ricoverato all'Ospedale Gemelli di Roma (LaPresse, 2021)

Papa Francesco è stato dimesso questa mattina, 14 luglio 2021, dall’ospedale Policlinico Gemelli di Roma a soli 10 giorni dall’operazione al colon per una forma acuta di diverticolite sclerosante: attorno alle 10.45 il Santo Padre è uscito da Via Trionfale con la sua consueta auto per far ritorno in Vaticano dove passerà il resto della convalescenza. Il Papa sta meglio, come già si era visto in parte nell’Angelus di domenica scorsa dal decimo piano del Policlinico: attorno alle ore 11.48 il Papa è sceso dall’auto vicino a Santa Marta per salutare le forze dell’ordine a presidio.

In piedi, con movimenti lenti ma comunque in buone forze, è poi risalito nella vettura per far definitivo rientro nella residenza vaticana. Ieri Papa Bergoglio ha visitato il reparto di Oncologia Pediatrica, stando per ore con i bambini e facendo loro compagnia: lo stesso ha fatto in questi giorni, non appena poteva, con gli altri reparti del Gemelli vicino alla sua sezione riservata.

COME STA PAPA FRANCESCO

L’operazione al colon era programmata da tempo ma avrebbe dovuto svolgere una degenza di soli 5 giorni: poi però vista l’età e la delicatezza dell’intervento, i medici hanno preferito raddoppiare il tempo di ricovero per il Santo Padre. «Fra i tanti ammalati incontrati in questi giorni – ha riferito ieri il portavoce Matteo Bruni nell’ultimo bollettino con le condizioni sanitarie dal “Gemelli” di Roma – Papa Francesco rivolge un pensiero particolare a quanti, allettati, non possono tornare a casa: che possano vivere questo tempo come un’opportunità, anche se vissuta nel dolore, per aprirsi con tenerezza al fratello o alla sorella malati nel letto accanto, con cui si condivide la medesima umana fragilità». Come riporta il portale online di “Repubblica”, nei prossimi giorni la convalescenza sarà trascorsa in Santa Marta, così come l’intero periodo estivo. A luglio le udienze pubbliche sono sospese normalmente mentre i primi viaggi arriveranno a settembre, con la visita ufficiale in Ungheria e Slovacchia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA