Parcheggiatori abusivi danneggiano auto/ Video, ragazza denuncia “non pago il pizzo!”

- Jacopo D'Antuono

E’ un episodio alquanto spiacevole e amaro, quello raccontato dalla venticinquenne Marianna Panzarino. Dopo aver trascorso una serata in compagnia di amici nel centro di Bari…

carabinieri 2 lapresse1280 640x300
(LaPresse)

E’ un episodio alquanto spiacevole e amaro, quello raccontato dalla venticinquenne Marianna Panzarino. Dopo aver trascorso una serata in compagnia di amici nel centro di Bari, la giovane si è ritrovata a fare i conti con la macchina danneggiata. Tutto perché prima di raggiungere i suoi amici aveva deciso di non pagare il parcheggio agli abusivi. Con coraggio, al ritorno, la giovane ha sfidato i parcheggiatori, mentre attendeva l’arrivo dei carabinieri. Documentando tutto sui social con un filmato diventato virale: “Non è normale che sia normale” sbotta Marianna Panzarino. Che ricostruisce in diretta l’accaduto: “Torno alla macchina, è danneggiata.Perché non ho pagato il pizzo. Quel pizzo che è d’ uso chiedere soprattutto in luoghi non sorvegliati dalle forze dell’ ordine”. La zona, sorprendentemente, è abbastanza centrale. A pochissimi passi dal centro e dal lungomare: “Mi si avvicina un uomo che pretende un euro. Come faccio sempre, gli chiedo perché avrei dovuto darglielo e chi lo aveva autorizzato a stare lì. Risponde che vuole spiccioli. Mi squadra e continua a farlo mentre mi allontano senza dargli nulla. A fine serata, trovo la mia macchina graffiata“, racconta Marianna.

Parcheggiatori abusivi a Bari, Marianna Panzarino la “vittima”

La situazione non degenera fortunatamente, ma lei e l’amica restano nel parcheggio ad osservare gli abusivi che si innervosiscono. Così la chiamata ai carabinieri: “Spiego che ho un danno e chiedo un intervento per la presenza di questi uomini con fare intimidatorio. Ci fissavano e ci indicavano. Poi uno si è alzato e si è piantato davanti a noi”. Dopo venti minuti arriva la volante e tutto sembra rientrare senza ulteriori problemi, anche se la venticinquenne ha comunque riportato graffi e danni alla vettura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA