PASQUALE DI NUZZO/ Dopo ‘Don Matteo’ fa provini per serie Netflix: “Amo le sfide”

- Rossella Pastore

Pasquale Di Nuzzo è Jordi Ferrazzoli nella fiction Rai Don Matteo 12. Ieri sera il suo debutto nei panni di un personaggio che con lui ha molto in comune.

Pasquale Di Nuzzo
Il ballerino e attore Pasquale Di Nuzzo

Pasquale Di Nuzzo ha fatto ufficialmente il suo debutto nei panni di Jordi nella fiction Rai Don Matteo 12. Il ballerino e attore 27enne, originario di Santa Maria a Vico in provincia di Caserta, ha lavorato a lungo prima di raggiungere questo traguardo. È stato il talent show Amici ad aprirgli le porte del mondo dello spettacolo, all’estero prima ancora che in Italia. In primis, lo ricordiamo nella telenovela per ragazzi Tini, a cui è approdato sfruttando la sua bravura nel ballo ma anche la sua maestria con le lingue straniere (Di Nuzzo, infatti, parla fluentemente inglese e spagnolo); il suo orizzonte, attualmente, è abbastanza ampio da contenere il mondo intero. “Mi piacerebbe tantissimo fare Don Matteo 13”, ha dichiarato Pasquale, che è anche lungimirante, “ora ho fatto diversi provini anche per altre serie su Netflix e in Spagna. Parlo inglese e spagnolo e mi si sono aperte tante opportunità in America. Dopo quello che ho dovuto fare in Don Matteo sono pronto a tutto, amo le sfide e amo molto quando un personaggio è davvero difficile”.

Pasquale Di Nuzzo sulla sua esperienza in Don Matteo 12

Nella prima puntata di Don Matteo 12, abbiamo visto un Pasquale Di Nuzzo abbastanza a suo agio nel ruolo di Jordi Ferrazzoli. Col suo personaggio, Di Nuzzo condivide la passione per la danza: Jordi “ha origini molto umili, non si omologa con la massa e non si veste alla moda diventando oggetto di burla”, ha raccontato il suo interprete a Giornalettismo. Jordi, inoltre, “ha un segreto e la danza gli darà la forza per andare avanti. Sofia e la danza lo aiuteranno ad andare avanti”. Quanto alle classiche fatiche da attore, Pasquale puntualizza: “Essere un ballerino può avermi aiutato, ma fino a un certo punto. Il mio personaggio non balla in modo normale, ci sono delle difficoltà forti che lo porteranno a ballare in modo diverso. Capirete quello che voglio dire guardando la serie”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA