Pato “Tutto alcool, donne e feste selvagge”/ Da super talento a grande incompiuto

- Davide Giancristofaro Alberti

Pato e gli aneddoti raccontati dal Corriere della Sera: dal Playboy di Ronaldo alla galera sfiorata per via della denuncia dell’ex moglie, passando per le notti con Ronaldinho…

pato_berlusconi_2018_instagram
Alexandre Pato ha fatto visita a Berlusconi e a Galliani - Instagram

Alexandre Pato è stato senza dubbio uno dei più grandi incompiuti del calcio moderno. Comprato dal Milan nel 2008 in cambio di un assegno record da 20 milioni di euro (all’epoca, il giovane più pagato di sempre), il gioiello brasiliano non riuscì a confermare le attese, pur mostrando a volte numeri da assoluto campione, come ad esempio nella sua primissima apparizione a San Siro, quel Milan-Napoli 5-2 che viene ancora oggi ricordata come una delle partite più divertenti del Diavolo. Di lui si è fatto un gran parlare, anche della vita extra-calcistica del Papero, e una spolverata l’ha data stamane il Corriere della Sera, ricordando alcuni aneddoti del calciatore sudamericano, come ad esempio quando Ronaldo, il Fenomeno, gli mostrò un numero di Playboy chiedendogli da che parte stava: dalla sua o da quella “religiosa” di Kakà? “All’inizio le promesse sembrarono rispettate – scrive il quotidiano meneghino – perché le prime stagioni in rossonero di Pato furono esaltanti.Poi però arrivo Ronaldinho e fu l’inizio della fine”. Il suo matrimonio con Stephany Brito andò in fumo appena nove mesi dopo una cerimonia da 185mila euro al Capocabana Palace di Rio de Janeiro nel 2009.

PATO “TUTTO ALCOOL, DONNE E FESTE SELVAGGE”

“Stufa dello stile di vita del marito – scrive ancora Il Corriere – tutto alcool, donne e feste selvagge, la bella Stephany chiese il divorzio, rivelando alla stampa di casa di non riuscire più a gestire la continua necessità di Pato di uscire a divertirsi con il suo amico Ronaldinho”. Una fine turbolenta quella fra i due, come confermato anche dalla denuncia presentata dalla donna dopo il divorzio, quando Pato decise di darle i soldi del mantenimento, sfiorando anche la galera. Dopo la Brito fu la volta di una fidanzata d’eccezione, Barbara Berlusconi, forse il figlio più famoso del Cavaliere anche per il suo impegno alla guida del Milan, in un’epoca di transizione fra la storica dirigenza meneghina e il futuro cinese. Una relazione che però terminò dopo pochi anni, e che rimase per sempre impressa nelle mente dei tifosi visto che, fu proprio per via del rapporto fra Alexandre e Barbara, che saltò il trasferimento del brasiliano al Paris Saint Germain, e il conseguente sbarco di Carlitos Tevez a Milano via Manchester City, nonostante l’accordo con l’Apache fosse di fatto già concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA