Patriarca Kirill scivola su acqua santa e cade/ Video: “Il pavimento è bellissimo…”

- Silvana Palazzo

Patriarca russo Kirill scivola sull’acqua santa e cade durante funzione: video. “Il pavimento è bellissimo, ma se si bagna… Il fatto che io sia caduto non significa nulla”

caduta patriarca kirill 640x300.jpeg
Caduta del patriarca Kirill durante funzione

Disavventura per il patriarca russo Kirill, caduto durante una funzione a causa del pavimento bagnato. Il capo della chiesa ortodossa russa si trovava all’interno della chiesa di Novorossijsk quando, a causa dell’acqua santa finita a terra, è scivolato. Il video, diventato virale, mostra il religioso che scende dal pulpito e scivola, cadendo rovinosamente a terra. La regia russa subito cambia inquadratura, mostrando le immagini dall’esterno della chiesa. Nulla di grave comunque per il patriarca russo Kirill.

Stando a quanto riportato dall’agenzia Tass, non ha riportato conseguenze. Infatti, durante il sermone lo stesso Kirill ha commentato quanto accaduto, rassicurando i fedeli: «Il pavimento è bellissimo, puoi specchiarti, è così lucido e liscio… Ma quando l’acqua cade su di lui, anche se è acqua santa, sono le leggi della fisica a funzionare. Su questo bel pavimento sono caduto così purtroppo ma, per grazia di Dio, senza alcuna conseguenza».

“NESSUNO POTEVA AIUTARE PATRIARCA KIRILL PER IL COVID”

L’incidente è stato catturato dalle telecamere durante la registrazione della trasmissione, sul sito web della Chiesa ortodossa russa. Ma in un altro video, rilanciato dall’Ukrainska Pravda, si vedono altri dettagli relativi alla caduta del patriarca Kirill. Ad esempio, gli altri sacerdoti sono intervenuti subito in aiuti del capo della chiesa ortodossa russa, senza però riuscire ad afferrarlo in tempo per evitare che cadesse.

Il protodiacono Andrei Kuraev nel suo blog ha scritto che nessuno ha fatto in tempo a raccoglierlo mentre cadeva, anche «causa delle restrizioni per il coronavirus, per le quali il patriarca non può essere toccato e sostenuto sui gradini». Quindi, se nessuno ha fatto in tempo ad evitare la caduta è per il Covid… Kirill comunque, che poco prima aveva tesso le lodi dei giovani russi che si uniscono all’esercito per andare a combattere in Ucraina, ha sminuito la sua caduta: «Il fatto che io sia caduto oggi non significa nulla».







© RIPRODUZIONE RISERVATA