Patrick Swayze/ Com’è morto? Il tumore e le rivelazioni: “La moglie lo maltrattava”

- Chiara Greco

Patrick Swayze è morto di tumore al pancreas a soli 57 anni: sono diversi i rumor girati attorno alla sua malattia, tra cui quella sui maltrattamenti da parte della moglie.

Patrick_Swayze_ghost
Patrick Swayze

Patrick Swayze è stato uno dei volti iconici del cinema hollywoodiano degli anni Ottanta e Novanta. Il suo ruolo di Johnny Castle che corteggia la bellissima e spumeggiante Frances “Baby” Houseman in Dirty Dancing rimarrà per sempre impresso nella mente delle ragazze che in quegli anni lo idolatravano. Il suo fascino è comune a pochi ma purtroppo la malattia lo ha portato via troppo presto. Nel 2008, infatti, gli è stato diagnosticato un tumore al pancreas. Aveva 56 quando fu costretto a sottoporsi a cicli di chemioterapia molto duri. Poco più di un anno dopo fu ricorverato per una brutta polmonite che lo costrinse a rimanere in degenza per almeno due settimane. Nonostante le terapie, il tumore si è diffuso al fegato rendendo la situazione ancora più critica del previsto. Sempre nel 2009 Swayze si è sottoposto a cure sperimentali che lo portarono ad un eccessivo dimagrimento. I fan, visibilmente preoccupati dall’aspetto dell’attore che ormai pesava meno di 50 kg, avevano intuito che le cose non stavano affatto bene e che le cure non stavano dando i risultati sperati. Dopo circa due anni, Patrick Swayze perse la sua battaglia contro il cancro. Morì il 14 settembre 2009, fu cremato e le ceneri vennero sparse ne suo ranch.

Morte Patrick Swayze: le polemiche e i rumor dietro la sua malattia

La malattia dell’attore texano Patrick Swayze è stata spesso al centro della discussione mediatica dell’epoca e sono state tante le voci girate anche dopo la sua morte. Già all’epoca delle cure, alcuni giornali avevano riportato che il bello di Dirty Dancing si era rifiutato di sottoporsi alle cure, costringendo lo stesso Swayze e smentire la notizia che aveva fatto il giro del mondo in pochissimo tempo. Dopo il tragico giorno della sua morte, si diffusero altre storie raccapriccianti di casa Swayze. Una cameriera ha raccontato che Lisa Niemi, moglie dell’attore, lo avrebbe picchiato e maltrattato per tutto il corso della malattia. Altre voci si sono aggiunte alla sua, tutte dell’avviso che i cattivi comportamenti della Niemi avrebbero peggiorato le condizioni di Patrick Swayze, già troppo debilitato dal cancro. Secondo alcune fonti vicine alla coppia, l’ira della donna è dovuta anche alla sua dipendenza dall’alcool. L’unico a prendere le parti di Swayze e aiutarlo è stato il fratello Don, che lo ha accompagnato a tutti gli appuntamenti con i medici ed è stato al suo fianco fino alla fine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA