Patrizia De Blanck/”18 anni? Giada ha festeggiato a 16 perché il padre stava morendo”

- Hedda Hopper

Patrizia De Blanck racconta dei “18 anni anticipati” della figlia Giada per via della malattia e della morte del padre

patrizia de blanck pomeriggio5
Patrizia De Blanck a Pomeriggio 5

Oggi a Mattino5 si parla di diciottesimi, delle feste e dei video che si fanno ai giorni d’oggi e tra gli ospiti è intervenuta anche Patrizia De Blanck che ha avuto modo di raccontare la sua esperienza che non è stata proprio positiva. Federica Panicucci la chiama in causa e lei chiarisce subito che a quei tempi lei a 18 anni aveva fatto già il suo ingresso nella società e, in particolare, aveva già alle spalle un matrimonio e un divorzio se proprio deve dirla tutto. Non è stato più fortunato il momento per la figlia Patrizia De Blanck visto che lei stessa mostra una foto della figlia con tanto di abito e acconciatura abbracciata al padre rivelando però che non si è trattato del suo 18esimo. A quanto pare la giovane è stata “costretta” a festeggiare prima, a soli 16 anni, per permettere al padre morente di essere presente.

PATRIZIA DE BLANCK RACCONTA DEI 18 ANNI ANTICIPATI DELLA FIGLIA GIADA

In particolare, Patrizia De Blanck racconta quello che è successo in passato proprio a pochi anni dalla morte del suo grande amore, Giuseppe Drommi, console di Panama. Il barone è morto nel 1999 per un tumore che lo ha strappato alla sua famiglia: “A mia figlia gliel’ho fatto fare a 16 anni per fargliela fare con il padre che lì era già calato di trenta chili perché stava per morire per il suo tumore. Allora ho detto non vedrà mai i 18 anni di Giada e allora ho trovato una scusa e ho messo insieme un ballo in cui ha indossato il mio vestito. Li ha festeggiati prima, due anni prima”. Giada De Blanck ammette che una volta c’erano i balli dei 18 anni per entrare in società ma oggi c’è molta differenza sembra che non ci sia l’immagina non ci sia niente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA