Patrizia De Blanck e la storia con Alberto Sordi/ Paola Comin: “E’ stata oltraggiosa”

- Silvana Palazzo

Patrizia De Blanck e la storia con Alberto Sordi, l’addetta stampa dell’artista Paola Comin attacca a Domenica Live: “E’ stata oltraggiosa, non doveva parlare in quel modo”

patrizia de blanck paola comin domenica live 640x300
Paola Comin contro Patrizia De Blanck

Patrizia  ha avuto una storia con Alberto Sordi? Paola Comin, addetta stampa degli ultimi dieci anni di vita dell’artista, ha smentito a Domenica Live nella puntata di oggi. “Lui non mi ha mai parlato di lei e lei non è mai stata invitata ad una sua festa. Non c’è nessuna prova”. Al tempo stesso non lo esclude del tutto, anche perché lei ha seguito Alberto Sordi dal 1993. “Ma l’ex ufficio stampa non ha mai nominato la signora De Blanck”. Inoltre, ha evidenziato che l’attuale concorrente del Grande Fratello Vip aveva detto in un’intervista che si erano incontrati in Costa Azzurra, mentre da Barbara D’Urso aveva parlato di Londra. Paola Comin si è poi scagliata contro Patrizia De Blanck: “Quando c’è stata una storia tra due persone che è rimasta segreta e una delle due persone non c’è più, bisognerebbe lasciarla segreta. È sconveniente parlare di qualcosa che l’altra persona non può né confermare né smentire”.

PAOLA COMIN VS PATRIZIA DE BLANCK “OLTRAGGIOSA”

Paola Comin ha proseguito poi commentando il gesto di Patrizia De Blanck, che ha parlato della sua presunta relazione con Alberto Soldi. “È un uomo che ha fatto della sua discrezione uno stile di vita, è oltraggioso dire che non era bravo a letto. Ha voluto raccontare la storia? Ma dire che a letto non valeva niente è riprovevole”, ha dichiarato l’ultima addetta stampa dell’artista. Barbara D’Urso si è detta d’accordo con lei su questo aspetto, poi le ha chiesto se sappia qualcosa riguardo le origini di Patrizia De Blanck. In queste settimane sta tenendo banco la polemica riguardante il fatto che potrebbe non avere origini nobili. “Da quello che so e ho letto, pare che sia contessa non di sangue, ma di adozione, perché sua madre aveva sposato un conte. Questo si dice negli ambienti romani. Non sono così informata”, ha concluso Paola Comin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA