Paulo Dybala/ “Ha ancora sintomi di Coronavirus”: il racconto della fidanzata

- Mauro Mantegazza

Paulo Dybala “ha ancora sintomi di Coronavirus”: il racconto della fidanzata Oriana Sabatini. Per la Joya ancora tosse e problemi respiratori.

dybala juventus
Paulo Dybala (Foto LaPresse)
Pubblicità

Paulo Dybala ha ancora i sintomi del Coronavirus: lo dice la sua fidanzata Oriana Sabatini, che ai microfoni di LAM ha raccontato come stanno lei e il numero 10 della Juventus, entrambi risultati positivi al Coronavirus. Le condizioni di salute della cantante sono in netto miglioramento, Dybala invece è ancora alle prese con simtomi quali tosse e problemi di respirazione. Ecco dunque che cosa ha detto Oriana Sabatini: “Paulo mostra ancora sintomi, anche io non riesco a respirare bene ma un nuovo tampone ha dato esito negativo, ora attendiamo il test del secondo. Nove giorni fa il test ci ha dato un risultato positivo. Non si sa molto del virus. I nostri medici ci hanno raccomandato di non fare ricorso a farmaci, ma ci hanno dato vitamine ed effervescenti e siamo stati molto attenti alla pulizia: non sapevamo se potevamo toccare o meno le cose”.

Pubblicità

PAULO DYBALA E CORONAVIRUS: PARLA ORIANA SABATINI

Sabatini ha raccontato pure che inizialmente lei e Dybala volevano lasciare l’Italia, ma poi hanno deciso di rimanere a Torino: “Avevo pensato di partire perché qui le cose potevano peggiorare, ma era rischioso prendere l’aereo prima della chiusura dei confini. Pensavamo di andare a Dubai, dove non c’era pericolo ma l’abbiamo escluso. La cosa più saggia da fare è stare a casa e aspettare che tutto finisca”. Il fratello di Paulo Dybala inoltre è stato denunciato in Argentina per aver violato le restrizioni anti-Coronavirus dopo il ritorno dall’Italia. Oriana Sabatini ne ha parlato così: “Si trovavano in un’altra regione. Se ne sono andati prima che le cose diventassero brutte in Italia. Ci sono molte cose che la gente non sa. Mio cognato è andato al supermercato, ma non sapeva che non poteva ancora uscire”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità