Paura per Castillejo: rapina con pistola puntata in faccia/ “Milano, tutto a posto?”

- Fabio Belli

Paura per Castillejo: rapina con pistola puntata in faccia. “Milano, tutto a posto?” furto in macchina ai danni del centrocampista del Milan.

Castillejo Milan Frosinone lapresse 2019 640x300
Castillejo via dal Milan? Calciomercato news (Foto LaPresse)

Disavventura per lo spagnolo del Milan, Samu Castillejo: il centrocampista si è ritrovato una pistola puntata davanti alla faccia a causa di alcuni rapinatori che hanno pensato bene di andare a fargli una visita in casa sua. E’ stato il calciatore stesso a comunicare su Instagram quanto gli era accaduto: “Ma a Milano è tutto a posto? Mi hanno derubato due ragazzi puntandomi una pistola in faccia”. La dinamica è stata quella di una classica rapina in strada: lo spagnolo si trovava a bordo della sua macchina quando è stato avvicinato dai due rapinatori in scooter che gli hanno puntato la pistola in faccia e si sono fatti consegnare un orologio di valore, evidentemente già adocchiato al momento di avvicinarsi al calciatore. La rapina è andata in scena nella zona della cosiddetta movida milanese, tra Porta Nuova e Gae Aulenti, i rapinatori sono stati molto rapidi a dileguarsi lasciando Castillejo senza orologio e con un bello spavento

CASTILLEJO TRANQUILLIZZA I FOLLOWERS SU INSTAGRAM

Castillejo ha affermato di essere comprensibilmente molto scosso, anche se fortunatamente non è rimasto ferito in alcun modo dalla rapina subita in pieno centro a Milano. Dalle prime informazioni trapelate il calciatore non ha ancora sporto denuncia alla polizia, anche se ovviamente nella giornata di domani potrebbero esserci novità in merito. Nel frattempo Castillejo ha voluto aggiornare su Instagram i suoi followers e i tifosi del Milan, specificando di non aver avuto conseguenze dalla rapina a parte il bottino ottenuto dai rapinatori: “Si sono portati via l’orologio” ha specificato Castillejo, dalle sue stories su Instagram è trapelato comunque lo stupore del giocatore per aver subito un furto del genere, così efferato e con tanto di pistola, in pieno centro. Una scena appartenente più ai film della Milano anni Settanta piuttosto che a tempi in cui Milano era stata innalzata a capitale di modernità ed efficienza. Gli strascichi dell’emergenza coronavirus portano evidentemente anche a questo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA