Fiorentina, presi Pedro e Bobby Duncan/ Colpi Pradè per l’attacco: ora visite mediche

- Niccolò Magnani

Fiorentina, doppio colpo: Pedro dalla Fluminense e Bobby Duncan dal Liverpool. Accordi trovati, visite mediche in corso a Roma: come e dove giocano i nuovi acquisti

Pedro
Pedro in maglia Fluminense (LaPresse, 2019)

Doppio colpo in casa Fiorentina: oltre a Pedro in arrivo dalla Fluminense, stamattina a Villa Stuart a Roma per le visite mediche è arrivato anche Bobby Duncan, attaccante esterno classe 2001 in arrivo dal Liverpool (è il cugino di Steven Gerrard). Per il giovanissimo colpo di Pradè pronto un contratto triennale con opzione sul quarto anno, mentre i due club studiano gli ultimi dettagli legati ai bonus. Intanto sono in corso anche le visite del nuovo centroavanti di Montella che così tanto ieri si è visto mancante nello scacchiere viola i campo: per l’ex Fluminense è pronto contratto di 5 anni fino al giugno 2024 con il club viola per una cifra di poco inferiore ai 15 milioni di euro più il 20% sulla futura rivendita legata alla Fluminense. Intanto, come possibile alternativa gli esterni attuali presenti in rosa, Pradè e Commisso valutano la proposta di Remi Oudin del Reims sul quale però ci sono tutti i big di Francia.

FIORENTINA-PEDRO: L’ACCORDO, IL VIAGGIO E…

La Fiorentina ha trovato l’attaccante che cercava da mesi: si chiama Pedro e arriva dal Fluminense. Secondo quanto riportato da Sky Sport, l’accordo prevede che il club viola versi 14 milioni di euro più il 20 per cento sulla prossima cessione. Pedro Guilherme Abreu dos Santos, questo il nome completo, sbarcherà nelle prossime ore in Italia per dare inizio alla sua nuova avventura. Una volta trovato l’accordo, le parti sono arrivate allo scambio dei documenti. E infatti l’attaccante brasiliano nella serata di domenica è partito dal Brasile. Al suo arrivo in Italia sosterrà le visite mediche e poi firmerà il nuovo contratto. Il passaggio di Pedro, secondo quanto riportato dall’Ansa, è legato all’esito delle visite mediche. L’infortunio alla coscia destra subìto qualche settimana fa potrebbe far saltare l’affare. Da una settimana infatti Pedro ha ripreso ad allenarsi, dunque potrebbe essere a disposizione di Montella dopo la sosta delle Nazionali. (agg. di Silvana Palazzo)

PEDRO ALLA FIORENTINA DALLA FLUMINENSE

Manca solo l’ufficialità, che però arriverà solo dopo l’ok delle visite mediche (previste per domani in giornata a Firenze), ma Pedro sarà un nuovo giocatore della Fiorentina: fonti vicinissime al presidente della Fluminense, Marcio Bittencourt, confermano il Sì del team carioca alla proposta di Rocco Commisso e Daniele Pradè per consegnare a Montella il perno d’attacco su cui muovere l’intera nuova stagione della viola. Un rischio, chiaramente, trattandosi di un 22enne proveniente dal Sud America, ma anche un sicuro prospetto di un talento tra i più ricercati al mondo nelle ultime due stagioni; secondo la Gazzetta dello Sport, l’accordo tra i due club sarebbe raggiunto tra i 12 e i 15 milioni di euro, ma solo l’ufficialità nelle prossime ore stabilità metodi e modalità di un colpo last minute che non può che far sorridere Vincenzo Montella. Come spesso capita per i talenti brasiliani, solo una metà del cartellino del giocatore appartiene al Fluminense, mentre l’altro 50% è dell’Artsul di Nova Iguaçu, squadra di una città satellite di Rio. Il buon esito della operazione Pedro-Fiorentina è legato a questo punto solo sulle visite mediche, non un fattore secondario visto che il bomber 22enne è reduce da un grave infortunio due anni fa al ginocchio e di recente alla coscia destra.

PEDRO, CHI È IL “CAVANI” VIOLA

Dopo Paquetà, Pedro Guilherme Abreu dos Santos era certamente considerato uno dei talenti in Brasile più fulgidi: addirittura era già del Real Madrid negli scorsi mesi, con l’ipotesi di “girarlo” al Castilla per farlo esordire e giocare prima di consegnarlo al Bernabeu. Poi si ruppe e non se ne fece più nulla. È stato ricercato a lungo quest’anno da diversi top club europei, ma poi tutti hanno avuto il timore di imbattersi in un giocatore ancora infortunato e dalla ripresa non “immediata”: la Fiorentina però ci crede e supera così la concorrenza piazzando un colpo che di fatto libera il Cholito Simeone verso la cessione e aumenta il peso specifico nell’attacco viola a fianco di Sottil, Vlahovic, Boateng, Ribery e Federico Chiesa. Un fisico possente, un “tanque” che ricorda molto Edinson Cavani anche per la capacità di abbinare una struttura importante con la mobilità e l’estrema qualità nei piedi: «Destro naturale, il bomber originario di Rio si difende bene anche con il sinistro ed è uno specialista nel gioco aereo», annota ancora la Gazzetta dello Sport. Lo scorso anno sembrava ormai in rampa di lancio per conquistarsi un posto stabile in Nazionale, ma l’infortunio lo tenne lontano dalla Selecao: ora però Pedro ha tutta l’intenzione di riprendersi, con gli interessi, il posto che gli spetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA