Pietro Morandi/ Figlio di Gianni: “un anno assurdo, non mi aspettavo…”

- Stella Dibenedetto

Pietro Morandi, il figlio di Gianni Morandi, annuncia la pubblicazione del primo ep dal titolo Assurdo raccontando i dettagli di un anno strepitoso.

Pietro Morandi min
Pietro Morandi - Foto Instagram

Pietro Morandi, il figlio di Gianni Morandi, ha intrapreso la strada della musica anche se ha scelto un percorso decisamente diverso da quello del celebre padre. Pietro, infatti, si è trasformato nel rapper Tredici che ha debuttato ufficialmente venerdì 7 giugno con la pubblicazione del primo Ep che ha scelto di chiamare “Assurdo”. Un titolo forte, ma che rappresenta quello che ha vissuto Pietro Morandi nell’ultimo anno. Cresciuto a pane e musica, il figlio di Gianni Morandi e Anna Dan si è innamorato del rap e, un anno fa, è cominciata la sua avventura con la pubblicazione di “Pizza e Fichi”. Quando ha scelto di tuffarsi in questa nuova avventura, Pietro Morandi Tredici non si aspettava assolutamente che diventasse un tormentone. Gli utimi dodici mesi hanno così regalato a Pietro emozioni assurde ed è per questo che ha scelto d’intitolare il suo primo Ep “Assurdo”.

PIETRO MORANDI TREDICI: “HO VISSUTO UN ANNO ASSURDO”

Con un post pubblicato su Instagram, Pietro Morandi ha non solo annunciato la pubblicazione dell’Ep “Assurdo”, ma ha anche raccontato come è cambiata la sua vita negli utimi dodici mesi. Quando io e Mr Money abbiamo deciso di pubblicare Pizza e Fichi, praticamente un anno fa, eravamo due ragazzetti in preda al panico che avevano voglia di spaccare e degli obiettivi ben chiari in testa. Non ci aspettavamo nulla di tutto quello che sarebbe successo, però. Il progetto è diventato virale subito, generando un tormentone che non riusciva a fermarsi” – racconta Pietro che, all’inizio della sua avventura musicale non avrebbe scommesso neanche un euro sul successo che ha poi ottenuto. “Tutto mi sembrava così assurdo” – racconta ancora il figlio di Gianni Morandi che poi svela anche il motivo che lo ha spinto a puntare tutto sulla parola assurdo – “È per questo che ho deciso di chiamare il disco così, perché non c’è nessuna parola che possa raccogliere questo anno e descriverlo in tre sillabe come la parola ASSURDO, una giravolta di esperienze ed emozioni che mi fanno solo pensare a questo, al fatto che sia pazzesco essere qui, fare rap e stare spaccando, cercando di cambiare le regole di un gioco complicatissimo”, aggiunge prima di ringraziare tutte le persone che gli hanno permesso di realizzare il suo sogno.

Visualizza questo post su Instagram

Quando io e @1am_mrmonkey abbiamo deciso di pubblicare Pizza e Fichi, praticamente un anno fa, eravamo due ragazzetti in preda al panico che avevano voglia di spaccare e degli obiettivi ben chiari in testa. Non ci aspettavamo nulla di tutto quello che sarebbe successo, però. Il progetto è diventato virale subito, generando un tormentone che non riusciva a fermarsi. Non avrei mai scommesso un euro sull’esplosione che abbiamo scatenato nel giro di pochi mesi, e tutto mi sembrava così assurdo. È per questo che ho deciso di chiamare il disco così, perché non c’è nessuna parola che possa raccogliere questo anno e descriverlo in tre sillabe come la parola ASSURDO, una giravolta di esperienze ed emozioni che mi fanno solo pensare a questo, al fatto che sia pazzesco essere qui, fare rap e stare spaccando, cercando di cambiare le regole di un gioco complicatissimo. Ma lo stiamo facendo. Devo ringraziare Monkey prima di tutti, e già lo sapete perché, siamo una coppia e nel bene o nel male lo rimarremo perché ci rispettiamo. Devo ringraziare @alessandrotuccillo mio fratello da un altra mammella, @younggoats la trappola e @shotbyenricorassu il magnifico per avere seguito tutta quella che è l’immagine del progetto, dalle foto, ai video, ai dettagli. @eljefef perché è mio fratello maggiore, che mi copre e mi sta dietro e lo farà anche nel peggiore dei momenti. Dedico questo disco ai miei fratelli, la 13 gang che nonostante tutto rimane la famiglia che mi serve e so che mi accoglierà a braccia aperte quando tornerò a casa. Vi voglio bene. Assurdo è fuori dappertutto.

Un post condiviso da P13TRO (@tredicipietrotredici) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA