Pietro Tartaglione/ “Calo di desiderio con Rosa Perrotta”, ma ora… le nozze?

- Hedda Hopper

Pietro Tartaglione: “Calo di desiderio con Rosa Perrotta ma ora..”, i due sono pronti a dare una sorellina al piccolo Dodo?

rosa perrotta pietro tartaglione domenica live 640x300
Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione a Domenica Live

La bella Rosa Perrotta torna in tv in replica a Ciao Darwin 7 e questo significa che Pietro Tartaglione avrà modo di vedere la sua amata sfilata nella trasmissione di Canale5 notando un po’ le differenze tra come era e come è adesso. L’ex tronista di Uomini e donne appare bella, formosa e sorridente anche adesso che non è più una modella e che ha deciso di prendersi cura del piccolo Dodo in tutto e per tutto, senza lasciarlo mai se non il tempo necessario per una piega o un lavoro fuori casa. E Pietro Tartaglione? Grazie al suo lavoro è riuscito a conciliare le due cose rivelandosi un padre presente e attento al suo piccolo, con il quale dorme e gioca spesso, e anche alla sua amata tronista, la donna che ha conquistato a Uomini e donne.

PIETRO TARTAGLIONE E ROSA PERROTTA, DALLA PRESUNTA CRISI ALLE NOZZE?

Come succede un po’ a tutte le coppie, però, anche per Pietro Tartaglione è arrivato il momento di fare i conti con la gravidanza e la nuova vita di coppia tant’è che proprio a Domenica Live ha avuto modo di parlarne al fianco della sua Rosa Perrotta. L’ex corteggiatore ha avuto un po’ di problemi di intimità con Rosa per via della gravidanza e, in particolare, la stessa morettina ha confermato in tv: ““Oggi mi sento una suora. Pietro non mi ha sfiorata per mesi. Anche una sua carezza mi faceva andare in bestia. Ancora oggi non è più come prima. C’è un calo del desiderio allucinante”. I due non sono in crisi e non vogliono sentirne nemmeno parlare tanto che adesso i fan attendono con ansia di capire quando i due convoleranno a nozze o regaleranno una sorellina o un fratellino al piccolo Domenico: “Fosse per me la sposerei anche domani. Con calma faremo tutto. E poi vorrei che mio figlio portasse le fedi all’altare“. L’anno prossimo potrebbe essere quello giusto?



© RIPRODUZIONE RISERVATA