PINGUINI TATTICI NUCLEARI A BATTITI LIVE/ Il medley con Pastello bianco emoziona

- Emanuele Ambrosio

I Pinguini Tattici Nucleari ospiti della nuova edizione di Battiti Live: eseguono un medley di hit, le reazioni

pinguini tattici nucleari min 640x300
Pinguini Tattici Nucleari - Foto Instagram

Pinguini Tattici Nucleari bissano a Battiti live 2022

Tra gli ospiti più attesi alla nuova puntata di Battiti live, in onda il 6 luglio 2022 su Italia 1, i Pinguini tattici nucleari si esibiscono in un medley di due hit. Si tratta di Giovani wannabe e Pastello bianco, la prima un’up-tempo sbarazzina e la seconda una ballad romantica. Il medley della band ospite all’evento nel cuore della musica fa breccia nei cuori di tanti, sia tra gli spettatori accorsi in piazza che tra i telespettatori attivi sui social. Non a caso si genera un tripudio di cori sulle note dell’esibizione dei Pinguini tattici all’evento unitamente ai messaggi di supporto che gli internauti rilasciano via social per la band. Le emozioni regalate dalla performance della band sono palpabili.  (Aggiornamento di Serena Granato).

Pinguini Tattici Nucleari dal sold out di Milano ai Battiti Live

Pinguini Tattici Nucleari ospiti della nuova edizione di Battiti Live, l’evento musicale che si svolge in piazze della Puglia condotto da Elisabetta Gregoraci e Alan Palmieri. Dopo il sold out al Forum di Assago, la band di “Pastello Bianco” si sono raccontati dalle pagine del Corriere della Sera rivelando: “negli ultimi due anni abbiamo suonato in sporadiche occasioni in questa città, condividendo il palco con altri artisti. Ma per quanto la gente fosse calorosa e ben disposta, non ci trovavamo di fronte al nostro pubblico, al nostro ‘popolo’. Ovvero quelli che ci seguono da sempre e ci conoscono non solo per i singoloni da hit parade, ma anche per le canzoni meno conosciute, per i nostri ‘inside jokes’. Suonare per loro è fantastico”.

Zanotti, il frontman della band dei Pinguini Tattici Nucleari, è al settimo cielo per i sold out ma non dimentica il periodo in cui la band era “fuori dall’hype”: “ricordo però una data a Gallarate in cui effettivamente avevamo totalizzato soltanto trenta paganti: fu un live che non andò benissimo, ma l’organizzatore era un amico e non fece problemi. Addirittura alla fine della serata mangiammo con i presenti un piatto di pasta all’amatriciana. Oggi chiaramente con dodicimila persone a tappa non è più possibile fare una cosa del genere. O forse sì, potremmo inventarci qualcosa”.

Pinguini Tattici Nucleari da Sanremo ai grandi successi

Prosegue il successo dei Pinguini Tattici Nucleari. Dopo il terzo posto al Festival di Sanremo, la band ha collezionato una serie di successi: da “Ringo Starr” a “Irene”, da “Ridere” a “Scrivile scemo” fino alla ballad Pastello bianco. Parlando della loro musica, I Pinguini Tattici Nucleari hanno raccontato: “ci sentiamo partecipi della rivoluzione sessuale che sta scardinando preconcetti, motivo per cui nel video di “Giovani Wannabe” abbiamo voluto Francesco Cicconetti, 25enne transgender di Rimini, e la sua compagna Chiara Pieri.

Poi teniamo molto al tema della salute mentale, perché la frenesia genera quella che Kierkegaard chiamava “angustia”. Ne parleremo nel prossimo album, che sarà critico anche verso una globalizzazione sfrenata che uccide le identità. Siamo per un pop non esclusivo, né classista, ma comunitario, che dica “non siamo soli” e cerchi di far cambiare idea anche al 60enne che fa battute razziste al bar”.

Infine parlando delle nuove generazioni e del brano “Giovani Wannabe”: “il brano nasce da una riflessione: è stupido sentirsi arrivati, come rivendicano spesso i rapper, perché se sei arrivato, sei alla meta, fermo, mentre la musica è un costante muoversi, crescere. Con “wannabe” intendiamo il “want to be”, la capacità di sognare, ma senza boria, a dispetto di una società che ci schiaccia con stipendi da fame. Perché sì, le opportunità sono aumentate, ma la speranza? E questo è il frutto di ciò che si è seminato nell’Italia degli anni 80 e oltre”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA