PIPPO BAUDO E MILVA/ Intervista irriverente nel varietà “Al Paradise” (Techetechetè)

- Dario D'Angelo

Pippo Baudo e Milva: il loro duetto sulle note di “Dicono di me” della “Rossa di Goro” durante il varietà Al Paradise (Techetechetè)

pippo baudo e milva 2020 youtube 640x300
Pippo Baudo e Milva, foto da Youtube

Pippo Baudo e Milva sono tra i protagonisti della puntata di Techetechetè in onda oggi su Rai Uno. Un’occasione unica, quella rappresentata dall’episodio curato da Salvo Guercio, per rivivere alcuni dei siparietti più di qualità della televisione di una volta. Tra questi bisogna annoverare senza dubbio anche quello tra Pippo Baudo e la “rossa di Goro”, protagonisti di un duetto tutto ironia ed eleganza all’interno del varietà “Al Paradise”, programma Rai andato in onda il sabato in prima serata dal 1983 al 1985. Nello spezzone riproposto quest’oggi da Techetechetè, lo spunto per intrattenere il pubblico viene offerto dalla volontà del presentatore di intervistare la cantante. Tutto avviene in maniera alquanto particolare, prendendo spunto dalle note di celebre brano di Milva: “Dicono di me”.

PIPPO BAUDO E MILVA: L’INTERVISTA IRRIVERENTE NEL VARIETA’ “AL PARADISE”

E cosa dicono, o meglio, dicevano di Milva? “Dicono di me che non ho paura/Dicono di me che non ho misure/che non ho pietà/che non ho candore”. Da qui prende le mosse un’intervista sui generis, in cui Baudo stuzzica le curiosità più recondite e impronunciabili del telespettatore sul conto di Milva. Qualche esempio? Cosa ne pensa del sesso a luce rossa, o dell’amore fatto al buio. E ancora: quanti rapporti ha a settimana. Argomenti scabrosi insomma, tanto scivolosi da esaltare l’eleganza di una televisione comunque mai volgare come quella di quegli anni. Milva dribbla ogni ostacolo e si prende la sua rivincita sul finale facendo suo, per una volta, la giustificazione opposta da Baudo come scusante per la sua insolenza: “L’intervista oggigiorno non è niente se non è provocatoria, arrogante, irriverente”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA