COCCAGLIO, BIMBO DI 2 ANNI INVESTITO: LIEVI MIGLIORAMENTI/ 22enne arrestata

- Niccolò Magnani

Coccaglio, il bimbo di due anni investito ieri sta leggermente migliorando, e domani potrebbe essere svegliato. Intanto si attende la convalida del fermo della 22enne arrestata

Strisce pedonali
Incidente sulle strisce pedonali (LaPresse, immagini di repertorio)

Leggerissimi miglioramenti, ma tanto basta per far strappare un sorriso dopo ore drammatiche, per il bimbo di due anni investito ieri a Coccaglio da un’auto pirata. Il piccolo, che ricordiamo, ha fatto un volo di cinque metri sbattendo violentemente la testa a terra, sta dando dei segnali di ripresa, e domani potrebbe essere lentamente svegliato dal coma. A darne notizia sono stati I colleghi de La Vita in Diretta, programma di Rai Uno, che si sono recati sul luogo del terribile scontro, dove a terra sono ancora ben visibili i segni dei rilievi effettuati dalle forze dell’ordine. La notizia del miglioramento delle condizioni del piccolo non è ancora ufficiale, ma l’inviata del programma ha parlato con un vicino di casa del bimbo, che ha appunto spiegato: “Ho parlato con suo papà e mi ha detto che la situazione sta migliorando, domani proveranno a svegliarlo piano, piano”. Ricordiamo che una 22enne è stata arrestata ai domiciliari, ritenuta la responsabile dell’investimento. Nelle prossime ore è attesa la convalida o meno del fermo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COCCAGLIO, ARRESTATA 22ENNE: “NON MI SONO ACCORTA”

La 22enne arrestata ai domiciliari perchè accusata di aver investito a Coccaglio un bimbo di due anni, avrebbe riferito agli inquirenti, una volta fermata, di non essersi accorta di nulla. Stando a quanto specificato da BresciaToday, la giovane avrebbe infatti spiegato: “pensavo di aver colpito un paletto”. La ragazza era al volante di una Fiat 500, e avrebbe proseguito la sua corsa senza prestare soccorso; subito dopo l’investimento, sarebbe poi andata al lavoro, finchè, rientrando a casa, non ha trovato la polizia e i carabinieri ad aspettarla. La giovane è stata arrestata attorno alla mezzanotte di ieri, ma la decisione deve essere ancora convalidata dal giudice per le indagini preliminari. La sua auto è stata posta sotto sequestro, e presenta dei segni che risultano essere compatibili con l’incidente. I documenti sono comunque in regola ed inoltre la stessa sarebbe risultata negativa ai test di alcol e droga. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COCCAGLIO, BIMBO DI 2 ANNI INVESTITO: 22ENNE AI DOMICILIARI

Qualche dettaglio in più in merito al pirata della strada che ieri ha investito un bimbo di due anni a Coccaglio, provincia di Brescia. Come vi abbiamo spiegato stamane, è stata fermata una ragazza di 22 anni, che risulta essere agli arresti domiciliari. La giovane è originaria di Erbusco, comune vicino al luogo dello scontro, e al momento non avrebbe ancora spiegato come mai non si è fermata dopo aver travolto il passeggino con dentro il piccolo. E’ probabile che emerga qualche dettaglio in più nelle prossime ore, visto che la giovane verrà interrogata dal giudice per le indagini preliminari. Il comune di Coccaglio ha diffuso nel frattempo una breve nota tramite i social, in cui si legge: “La Comunità di Coccaglio si stringe intorno alle famiglie coinvolte nell’incidente nella speranza che le condizioni del piccolo migliorino al più presto”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COCCAGLIO: INDIVIDUATO IL PIRATA DELLA STRDA CHE HA INVESTITO IL BIMBO DI DUE ANNI

Il pirata della strada che ieri ha investito in quel di Coccaglio, provincia di Brescia, un bimbo di due anni sulle strisce, scappando, è stato individuato. In base a quanto riportato poco fa dai colleghi di BresciaToday, si tratterebbe di una ragazza di soli 22 anni, che è stata rintracciata dai carabinieri e dalla polizia locale tramite l’analisi dei filmati delle videocamere di sorveglianza presenti sul luogo dell’investimento. Dalla targa si è risaliti all’auto sospetta in fuga, e quindi, alla proprietaria. La notizia si era diffusa già nella serata di ieri, poi confermata stamane, e per la giovane alla guida si preannuncia una doppia denuncia: omissioni di soccorso e lesioni gravi. Il bimbo, che ricordiamo, era nel passeggino con la mamma, si trova ancora ricoverato presso il Giovanni XXIII di Bergamo, in coma e in condizioni molto gravi. Dopo l’impatto con l’auto avrebbe fatto un volo di cinque metri: al momento dello scontro si trovava sul marciapiede con la madre, una donna di origini indiane, quando l’auto della 22enne ha scartato improvvisamente, centrando in pieno la carrozzina. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COCCAGLIO, INVESTE BIMBO E FUGGE: PICCOLO IN COMA

Arrivano nuovi aggiornamenti da Coccaglio, provincia di Brescia, dove questa mattina un pirata della strada ha investito una mamma a passeggio con il bimbo nel passeggino. Come vi abbiamo raccontato, l’impatto è stato devastante: il bimbo è stato scaraventato a 5 metri di distanza dalle strisce pedonali e attualmente versa in gravissime condizioni in ospedale, in coma con un trauma cranico. Come riporta Il Giornale di Brescia, la vettura coinvolta nell’incidente sarebbe un’utilitaria ma sono attesi riscontri dalle forze dell’ordine. Continua la caccia all’uomo: se il pirata della strada dovesse essere rintracciato dalle autorità senza essersi presentato spontaneamente entro 24 ore, potrebbe essere accusato anche di omissione di soccorso. In corso le analisi dei filmati delle videocamere di sorveglianza presenti nella zona, con numerosi testimoni sentiti nelle ultime ore: polizia al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e individuare il responsabile. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

DRAMMA A COCCAGLIO: INVESTE MAMMA E BIMBO, POI SCAPPA

Paura nel Bresciano questa mattina quando precisamente a Coccaglio un pirata della strada ha investito mamma e bimbo di 2 anni per poi fuggire senza prestare soccorso alle due vittime travolte dall’auto in corsa. Stavano attraversando semplicemente le strisce pedonali, pensavano di essere ovviamente al sicuro, ma un’auto è sbucata dall’incrocio e senza frenare in tempo ha investito facendosi sbalzare per metri tanto la giovane madre quando il piccolo di 2 anni che era con lei. Al momento il bimbo è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, mentre le forze dell’ordine sono alla ricerca del pirata della strada accusato di come minimo di omissione di soccorso, nella speranza non si aggravino le condizioni del bambino. Il dramma è avvenuto nel piccolo paese di Coccaglio, mentre la donna stava attraversando via Achille Grandi sulle strisce: l’impatto, raccontano i primi testimoni, è stato violentissimo e sono multipli i traumi riportati dal bimbo e della stessa madre.

PIRATA DELLA STRADA NEL BRESCIANO: IL BIMBO INVESTITO È GRAVISSIMO

Il – o la – pirata della strada non si è minimamente fermato per sincerarsi delle condizioni di mamma e bambino ed è fuggito a grande velocità, riporta Brescia Today: l’allarme è scattato attorno alle 8.30 mentre poco dopo sul posto sono sopraggiunte due ambulanze e l’elisoccorso, partito da Brescia. Sono stati i testimoni ad avvertire le forze dell’ordine e i soccorsi dopo aver prestato le prime cure alla mamma, praticamente illesa e al piccolo invece valutato subito in condizioni molto gravi. Le stime della scientifica sono in corso anche per capire da che punto e in che modo la mamma e il piccolo sul passeggino siano stati colpiti e sbalzati sull’asfalto per diversi metri. Secondo il Corriere della Sera, nella sua edizione di Brescia, riporta che addirittura il bimbo sarebbe al momento in coma mentre lotta tra la vita e la morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA