Platinette, lite con Tommaso Zorzi/ “Sistema eterocentrico? La tv è piena di froc*!”

- Emanuela Longo

Scontro in tv tra Platinette e Tommaso Zorzi sulla questione dei diritti Lgbt: “Tv piena di froc*, basta vittimismo della categoria”

tommaso zorzi platinette costanzo show 640x300
Tommaso Zorzi e Platinette, Maurizio Costanzo Show

Ancora scintille in tv tra Tommaso Zorzi, vincitore della passata edizione del Grande Fratello Vip, e Mauro Coruzzi, in arte Platinette. I due, ospiti di Maurizio Costanzo durante una nuova puntata del Maurizio Costanzo Show, si sono confrontati in modo piuttosto acceso sul tema dei diritti Lgbt. In modo particolare ad accendere il dibattito sembra essere il differente punto di vista sulle quote arcobaleno anche nel mondo dello spettacolo. Due punti di vista opposti, che hanno portato Zorzi a parlare di “sistema eterocentrico”, a dispetto della visione del conduttore radiofonico, contrario a ogni forma di categorizzazione di genere. “Basta vittimismo!”, ha quindi tuonato Platinette.

Ad accendere la discussione tra i due ospiti del Maurizio Costanzo Show, era stato il commento su uno spot tv norvegese con protagonista un Babbo Natale gay. A distanza di alcuni mesi dall’ultimo faccia a faccia infuocato tra Zorzi e Coruzzi, un commento di Cruciani ha innescato la miccia. “Non c’è bisogno di trasformare Babbo Natale in omosessuale, per affermare i propri diritti non c’è bisogno di dipingerlo come uno che si fidanza con un uomo. Secondo me è una stupidaggine”. Puntuale la replica di Tommaso che ha fatto valere la sua posizione: “Non sappiamo se Babbo Natale è gay o no. Potrebbe essere di sì o potrebbe essere di no”. Ad intervenire a gamba tesa, anche Platinette: “Mi sembra che la questione non abbia nessun fondamento. Babbo Natale sta tra i cattivi perché è il ritrasformare a immagine e somiglianza di un orientamento sessuale delle categorie che di per sé non richiamano al sess0, ne ai propri gusti sessuali o ai gusti sessuali altrui, punto e a capo”.

Platinette e Tommaso Zorzi, lite al Maurizio Costanzo Show sui diritti Lgbt

Il discorso si è ampliato e Platinette ha esposto il suo punto di vista bocciando la tendenza sempre più spudorata a sottolineare le categorie: “non mi piace che adesso il mondo cosiddetto LGBT sia diventato un mercato come tutti gli altri. Nelle piattaforme tu trovi la striscia LGBT, tutto ciò per dire che ognuno ha dei propri orientamenti sessuali, ma il proprio non deve prevalere su quello altrui”.

Coruzzi-Platinette ha anche contestato le pubblicità con coppie omosessuali che si baciano ed a quel punto Tommaso Zorzi è intervenuto: “Noi per anni siamo stati tra virgolette ‘vittime di un sistema eterocentrico’, se per una volta uno vuole sbandierare la bandiera LGBT lasciateglielo fare! Ma che fastidio ti da?”. Platinette ha risposto a tono: “Ma se la televisione è piena di f**ci! Quale visione eterocentrica! Basta con questo vittimismo! Siamo ovunque!”. Quando i toni sembravano essersi placati, l’ex Vippone ha tentato di dire ancora la sua: “Io non capisco che cosa toglie agli etero cosa possa accadere se adesso ci sono bandiere LGBT dove prima non c’erano. Il fatto che adesso si strizzi l’occhio più ai diritti rispetto a quanto non si faceva prima, non toglie nulla alla comunità nostra né tanto meno a quella degli etero”. Ma Platinette non ci sta ancora, ritenendo tutto ciò solo un “vittimismo della categoria”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA