PUBBLICA AMMINISTRAZIONE/ Brunetta: “Taglio di 300mila occupati nella pubblica amministrazione”

- La Redazione

Il ministro Brunetta annuncia tagli nella pubblica amministrazione

brunetta_R400
(foto Imagoeconomica)

Il ministro Brunetta prevede una riduzione dell’occupazione nel pubblico impiego di circa 300mila persone nel periodo 2008-2013.

Si tratta “dell’effetto delle misure in materia di blocco del turn-over, contratti di lavoro flessibile e collocamento a riposo, complessivamente tra il 2008 e il 2013 si può prevedere una riduzione dell’occupazione nel pubblico impiego di oltre 300 mila unità, pari ad un calo dell’8,4%” ha detto Brunetta. Sono parole tratte dal rapporto che il ministro ha presentato a un convegno: “Negli anni 2008 e 2009 il personale si è ridotto di circa 72 mila occupati scendendo a circa 3,5 milioni di unità”.

Si parla anche di lotta all’assenteismo: “Le misure di contrasto all’assenteismo hanno comportato una riduzione media delle assenze per malattia pro capite dei dipendenti pubblici di circa il -35%". Questo successo si traduce in 65 mila dipendenti in più ogni anno sul posto di lavoro, valore superiore a tutta la popolazione residente del comune di Viterbo. Anche in questo caso siamo riusciti a riallineare i valori tra settore pubblico e privato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori