GIANFRANCO FINI/ La procura scagiona il presidente della Camera, nessun reato

- La Redazione

Non ci sarebbe nessun procedimento penale in arrivo per il presidente della Camera Gianfranco Fini

gianfrancofini_R400

La procura ha scagionato Gianfranco Fini: non esiste reato penale per quanto riguarda la casa di Montecarlo, al centro del dibattito politico e giuridico delle ultime settimane. L’unico ad avere qualche problema, ma con il fisco, potrebbe essere Giancarlo Tulliani.

La notizia che Fini non è perseguibile penalmente viene riportata dall’agenzia “Dire” (www.dire.it) che ha ottenuto informazioni direttamente dalla procura di Roma. Il procuratore aggiunto incaricato dell’inchiesta Pierfilippo Laviani, “non avrebbe infatti al momento alcun indizio di reato nei confronti di Fini in merito alla compravendita dell’immobile lasciato in eredità dalla contessa Anna Maria Colleoni ad Alleanza Nazionale, successivamente venduto dal partito a una società off-shore e poi dato in affitto, attraverso un secondo passaggio a un’altra società con sede alle Antille, a Giancarlo Tulliani, fratello della compagna del presidente della Camera”. Per questo ultimo si prevedono accertamenti da parte della Guardia di Finanza.

 

Intanto oggi alle 14, nella sede di Farefuturo, nasce il nuovo partito di Gianfranco Fini. Nelle stanze del palazzo rinascimentale dove ha sede la fondazione presieduta da Gianfranco Fini i deputati, i senatori e gli europarlamentari di Futuro e Libertà daranno vita oggi alla nuova formazione politica. Fini ci sarà: leader in pectore della nuova formazione, senza lasciare un centimetro dello scranno più alto di Montecitorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori